Progetto OltrExpo: raccolta di cellulari vecchi per combattere la denutrizione

Il progetto è organizzato da Aciss – Associazione per la Cooperazione Socio Sanitaria e patrocinato dal Comune di Gallarate. Secondo un recente studio in Italia ci sono 140 milioni di telefonini obsoleti

19 novembre 2015
Guarda anche: Gallarate
2015-11-19 17.05.05

2015-11-19 17.05.05

E’ stato presentato questa mattina in conferenza stampa il progetto OltrExpo, organizzato da Aciss – Associazione per la Cooperazione Socio Sanitaria e
patrocinato dal Comune di Gallarate. Partner dell’iniziativa sono Amsc, le scuole cittadine di ogni ordine e grado, la Pro Loco, NoiSea, tutte le farmacie di Gallarate e, grazie all’ordine dei farmacisti, anche di altri Comuni, come Quasso al Monte e Luino.
L’idea è quella di promuovere una raccolta di telefoni cellulari obsoleti o comunque che non vengono più utilizzati grazie al posizionamento di appositi contenitori in punti strategici, come plessi scolastici (gli insegnanti informeranno le classi) e farmacie. 

Amsc metterà a disposizione una
trentina di raccoglitori e ne ritirerà periodicamente il contenuto. Quando la ditta specializzata che prende in carico i telefonini e ne ricicla componenti prenderà in consegna le apparecchiature, verserà 5 euro al chilo ad Amsc che saranno girati al progetto OltrExpo. Una parte del ricavato servirà a sostenere un programma di contrasto alla denutrizione che Aciss sta portando avanti a Muray, in Burundi, grazie a un piccolo ospedale realizzato dall’Associazione (al momento ricevono
aiuto circa 600 bambini). Il resto rimarrà sul territorio e sarà devoluto a iniziative sociali, da individuare preferibilmente nell’area dell’infanzia. La campagna, che durerà mesi, inizierà nei prossimi giorni.
“Expo – ha spiegato Luigi Parassoni, presidente di Aciss – ha avuto un carattere inevitabilmente divulgativo ma il suo messaggio va anche calato nella concretezza sociale. Secondo un recente
studio in Italia ci sono 140 milioni di telefonini obsoleti, di qui l’idea su come utilizzarli. La speranza è di ottenere risultati su diversi fronti: il sostegno al programma antidenutrizione, risorse
per un’iniziativa sociale a Gallarate e sensibilizzazione su temi di grande attualità”.
“Sarà importante – ha osservato l’assessore alla Pubblica Istruzione, Sebastiano Nicosia – soprattutto il coinvolgimento delle scuole. Le risposte positive ottenute dai dirigenti sono un buon punto di partenza. Al di là dei risultati economici che saranno raggiunti, l’educazione di alunni e
studenti su temi come la fame nel mondo, l’ambiente e la raccolta differenziata è uno degli aspetti
qualificanti del progetto”.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti