Possibile si presenta a Varese: “Galimberti punta al partito della nazione”

Perplessità anche sullo schieramento più a sinistra per il movimento di Pippo Civato

28 febbraio 2016
Guarda anche: PoliticaVarese
possibile

Possibile, il movimento fondato da Pippo Civati, si è presentato questa mattina a Varese con una conferenza stampa. Jacopo Zocchi, portavoce di Possibile Varese – Comitato Alex Langer, inizia illustrando la nuova piattaforma online di partecipazione che ha l’obiettivo di praticare un nuovo modo di fare politica, riportando il potere di decidere nelle mani dei cittadini e convogliando le energie migliori della società per metterle al servizio di tutti: “Abbiamo scelto di ripartire da zero, dalla partecipazione democratica delle persone alla politica, troppo spesso lasciata in mano a interessi e trame lontanissime dai cittadini. Nel nostro simbolo c’è un uguale a rappresentare l’uguaglianza in ogni campo. Ci battiamo per il reddito minimo garantito e la progressività fiscale, per la libertà e i diritti di tutti: siamo per il matrimonio egualitario, una legge sul fine-vita e la legalizzazione della cannabis. Proprio sul tema dell’uguaglianza e dei diritti civili la giunta di Varese ha scelto di distinguersi, naturalmente in negativo, negando il patrocinio al Pride. E ancora” prosegue Zocchi “ci batteremo per il Sì al referendum del 17 aprile per dire basta alle trivelle in mare, che sarebbero sbagliate sia dal punto di vista ambientale che economico: serve investire nella riconversione energetica dell’economia, non finanziare inceneritori e combustibili fossili”.

Per ciò che riguarda il livello locale Possibile Varese ha presentato un documento in vista delle prossime amministrative con alcune proposte come ad esempio il consumo di suolo zero; gli investimenti sul digital divide, indispensabili volano di sviluppo; il registro cittadino per la dichiarazione anticipata di trattamento, per scegliere una morte degna. “La nostra linea è chiara: siamo alternativi al partito della nazione, al modello Sala che Galimberti sembra voler imitare. Certo, se a sinistra di questo super-centro che guarda a destra ci sarà solo la raccolta di figurine degli errori del passato, faremmo fatica a collaborare. Le proposte ci sono, sfideremo chi si candida ad amministrare la città su queste”.

Infine i giovani attivisti di Possibile hanno presentato la loro prossima iniziativa pubblica che sarà il 7 marzo alle ore 21 nella sede Arci di via Monte Golico, con l’incontro ‘Legalizzare con successo – La cannabis dal Colorado all’Italia’. La serata prevede la partecipazione di Gabriele Guidi che illustrerà la proposta di legge sulla legalizzazione, Luca Marola autore del libro ‘Legalizzare con successo’ e Marco Moscatelli gestore di un grow-shop e inventore del marchio Val di Matt.

Tag:

Leggi anche:

  • “Merende sotto l’albero”: le Piscine Manara festeggiano il Natale

    Le Piscine Manara si preparano in grande stile all’arrivo delle festività natalizie. Infatti, domenica 11 dicembre, Sport Management, la società che gestisce il Centro Natatorio, in collaborazione con Royal Time, organizzerà un evento all’insegna dello sport e del divertimento per
  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale