Musulmano “disturbato” mentre è in preghiera dà in escandescenze. E scoppia una rivolta al centro profughi

Nel centro rifugiati di Busto Arsizio un ivoriano ventenne ha iniziato a urlare dopo essersi ferito. Ed è scoppiata una protesta che ha coinvolto circa 50 stranieri

25 giugno 2015
Guarda anche: Busto Arsizio
Poliziafoto

Tutto è iniziato per un semplice richiamo. Un inserviente donna ha richiamato un rifugiato, ospite del centro profughi di Busto Arsizio, dopo aver trovato sotto il suo letto un fornelletto per cuocere cibo. 

Solo che l’ha richiamato mentre l’uomo, un ivoriano di 20 anni di fede islamica, era intento a pregare. Oltre tutto era anche provato dal digiuno per il periodo di Ramadan. In tutta risposta l’ivoriano ha dato in escandescenze, tirando un colpo ad una vetrata, che si è rotta ferendogli il braccio.

Dopodiché è corso fuori nel cortiletto iniziando ad urlare. Gli altri profughi, pensando fosse stato aggredito, hanno iniziato una vera e propria rivolta, fermata solo verso le 15.30 dall’intervento della Polizia, che è riuscita a riportare la calma dopo una lunga negoziazione.

Tag:

Leggi anche:

  • Gallarate, fuori i profughi dalla città

    Andrea Cassani, sindaco di Gallarate, ha avviato di tasca propria una “spedizione” di profughi verso il capoluogo lombardo, accompagnandoli e pagando per ciascuno di loro il viaggio. Li ha scortati uno per uno verso il pullman che li avrebbe trasferiti a Milano. Al termine della giornata ha
  • Profughi, Tovaglieri E Longhin (Lega): “Il Governo Del Pd Penalizza Gli Italiani”

    A partire dal vicesindaco di Busto Arsizio, Isabella Tovaglieri, candidata alla Camera dei Deputati nel collegio plurinominale. “A Busto Arsizio ci siamo davvero stufati di dover scoprire dai giornali di nuovi arrivi dei cosiddetti migranti – è duro commento di Isabella Tovaglieri –, in
  • Preghiera Islamica In Autostrada, Bianchi (Lega): “Intervengano Le Forze Dell’ordine”

    Si è fermato poco dopo l’ingresso di Gazzada, sull’Autostrada dei Laghi, è sceso dalla vettura e si è messo a pregare sul ciglio della strada. Incurante della pericolosità di questa sua azione, del rischio concreto di scatenare un incidente.  Questo il gesto compiuto, pochi
  • Emanuele Monti (Lega Nord): “Emergenza Profughi A Malgesso”

    “Siamo qua per denunciare l’ennesimo grave fatto che avviene nel nostro Paese, in Lombardia e, nel caso specifico, in provincia di Varese. A Malgesso, infatti, 8 richiedenti asilo vengono ospitati al primo piano di un’abitazione che, come risulta anche da una verifica effettuata