Mangia, Bevi, Bici: una domenica in sella per scoprire le nostre bellezze

La nona edizione della pedalata enogastronomica del Lago Maggiore andrà in scena partendo da Ispra domenica 7 luglio 

17 Giugno 2019
Guarda anche: EventiNatura e ambienteSport

E’ stata presentata questa mattina la Mangia, Bevi e Bici. La nona edizione della pedalata enogastronomica del Lago Maggiore andrà in scena partendo da Ispra domenica 7 luglio grazie al lavoro de La LibEreria e de La Bottega del Romeo, che anche quest’anno hanno coinvolto un bel team di produttori e hanno disegnato percorsi inediti.

Unire cultura, territorio e buona tavola, grazie alla bici: o meglio, grazie al cicloturismo alla portata di tutti. Mangia, Bevi e Bici, ogni anno, rinnova il suo impegno, valorizzando una rete di piccole realtà del mondo agricolo ed enogastronomico e facendo scoprire monumenti e luoghi di grande pregio sia storico, sia naturalistico. “La bici è il mezzo ideale per fare cultura e vivere emozioni genuine in compagnia – sottolinea Alessandra Doridoni, coordinatrice dell’evento. In provincia di Varese il cicloturismo è una risorsa sempre più importante, come dimostrano i recenti dati delle presenze di pedalatori sul nostro territorio: Mangia, Bevi e Bici, però, riesce a coinvolgere anche chi la bici la scopre o la riscopre a ogni età”.

Il tema culturale dell’edizione 2019 è “Musei e musei diffusi”: lungo i due percorsi della pedalata, ci sarà infatti la possibilità di conoscere piccoli e grandi monumenti e tesori naturalistici che, in particolare ad Angera e Ranco, costituiscono un vero e proprio museo diffuso. Ci sarà poi la possibilità di visitare i due musei archeologici più importanti del Basso Verbano, quello di Angera e quello di Sesto Calende che verranno raggiunti attraverso un percorso suggestivo che va a riscoprire strade, sentieri e angoli di territorio da valorizzare.  Sul percorso breve sarà inoltre visitabile il piccolo museo di storia locale “Il luogo della memoria” di Taino.

Due i percorsi: uno di 27 km e uno di 43 km in un’area che comprende i comuni di Ispra, Ranco, Angera, Sesto Calende, Mercallo, Comabbio e Cadrezzate con Osmate. Verranno inoltre attraversate zone naturalistiche di grande pregio, tanto che quest’anno Mangia, Bevi e Bici ha ottenuto il patrocinio della “Riserva della Biosfera Ticino Val Grande Verbano” che fa parte del programma UNESCO Man and Biosphere (Mab).

Mangia, Bevi e Bici nasce dalla filosofia della Bottega del Romeo di Ispra, un punto di riferimento per il cicloturismo, non soltanto in provincia di Varese. Tuttavia, l’evento è frutto di un bel lavoro di squadra che coinvolge volontari, ma anche amministrazioni, sponsor e aziende agroalimentari e si avvale della collaborazione della Varese Sport Commission e della Camera di Commercio di Varese.
Le iscrizioni si raccolgono entro il 5 luglio presso la Bottega del Romeo, a Ispra (piazza San Martino 63), oppure telefonando al 348 8516760. Non essendo una competizione ciclistica, ma una giornata all’insegna del cicloturismo lento, i partecipanti scelgono liberamente la propria tabella di marcia, pur rispettando gli orari di apertura delle varie tappe allestite lungo il percorso, sia per le degustazioni, sia per le visite culturali. La quota di iscrizione è di 25 euro per gli adulti e di 15 euro per i ragazzi al di sotto dei 15 anni. Sarà inoltre possibile noleggiare, a prezzi popolari, la bici sul posto, su prenotazione. Sono disponibili anche e-bike, seppur in numero limitato: i percorsi (che pur prevedono qualche breve salita) e la filosofia dell’evento, rendono comunque Mangia, Bevi e Bici alla portata di chiunque voglia pedalare nella natura, in assoluta calma, senza timori per la propria preparazione ciclistica.

Tag:

Leggi anche:

  • Turismo: da un sentiero tra i campi a un percorso ciclabile intorno a Milano

    Duemila anni dopo, il tratto lomellino della Via delle Gallie, che dall’antica Ticinum, ora Pavia, portava alle province d’Oltralpe attraversando l’attuale Piemonte, riprende vita. Un sentiero strappato ai campi, disboscando, pulendo i fossi, installando cartelli stradali e piantando
  • Brianza “Da Regione contributi per le associazioni dilettantistiche”

    Tra i vari provvedimenti messi in campo da Regione Lombardia nella cosiddetta fase 2 ci sono quelli dedicati alle attività sportive dilettantistiche che hanno visto la Giunta lombarda stanziare importanti risorse in questa delicata fase di ripartenza. Esprime soddisfazione la Vicepresidente del
  • Le linee guida per la ripresa delle attività sportive

    Le attività sportive ripartono in sicurezza. Sul sito dell’Ufficio per lo sport sono state pubblicate le linee guida per gli allenamenti degli sport di squadra e per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere durante la fase 2. All’interno del centro
  • Rinviata al 2021 la Tre Valli Varesine n.100

    È con rammarico e profonda tristezza che la Società Ciclistica Alfredo Binda annuncia ufficialmente che le celebrazioni previste quest’anno per i 100 anni della Tre Valli Varesine verranno sospese e rimandate al prossimo anno. «In questo momento così difficile per tutti noi non possiamo