Lombardia: integrata la risoluzione d’intesa col Canton Ticino

Accolte le modifiche proposte da Alessandro Alfieri e dal Partito democratico

22 ottobre 2015
Guarda anche: MilanoPolitica
Alfieri
Passo avanti “bipartisan” al “Pirellone” sull’intesa tra Lombardia e Canton Ticino, quella sottoscritta lo scorso giugno rispettivamente dal governatore Roberto Maroni e dal presidente del Consiglio di Stato Norman Gobbi. Dopo la firma dell’accordo “quadro” tra i due big si è ormai entrati nella stesura dei particolari grazie al lavoro della Commissione speciale Rapporti tra Lombardia e Confederazione elvetica presieduta dalla varesina Francesca Brianza (Lega Nord), che ha approvato all’unanimità la proposta di Risoluzione accogliendo alcune integrazioni presentate dal consigliere Alessandro Alfieri, un altro varesino esponente di spicco del Partito democratico.

 “In questa fase abbiamo dato una serie di contenuti operativi e immediati all’intesa già sottoscritta – spiega la presidente Brianza – Ci sono indicazioni importanti nell’ottica della reciprocità dei rapporti che recepiscono le sollecitazioni raccolte nelle audizioni con i territori di confine interessati e in particolare con Camere di Commercio, Province e organizzazioni sindacali. Molti nodi sono noti come quello dei frontalieri e della delocalizzazione delle imprese, ma abbiamo anche inserito priorità non trascurabili come la Arcisate-Stabio, la Bellinzona-Luino-Gallarate, la Como-Chiasso, o problemi specifici come la formazione professionale e l’internazionalizzazione delle imprese”.
E non solo, perché il documento impegna la Giunta regionale a porre attenzione anche alle relazioni commerciali, alla valorizzazione dei laghi e al sostegno al lavoro della Comunità di Lavoro Regio Insubrica. In definitiva, l’obiettivo dichiarato è quello di superare le “frizioni” registrate negli ultimi tempi tra i due Stati confinanti sul tema del frontalierato, arrivando presto alla stesura di nuovi progetti comuni che possano generare sviluppo e crescita per il territorio insubre.
“Tengo infine a sottolineare – conclude Francesca Brianza -, come alla stesura di questa Risoluzione si sia arrivati inserendo nel testo diversi suggerimenti del Partito democratico. Segno che il fine ultimo della Giunta Maroni è quello di portare beneficio al territorio accogliendo i contributi di qualsiasi parte politica”.
Ora il provvedimento passa al vaglio del Consiglio regionale per l’approvazione definitiva.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto – La BPM Sport Management espugna Torino con una grande prestazione

    La terzultima giornata della regular season del Campionato di A1 non riserva sorprese per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti batte in trasferta il Torino ’81 per 19-9 (3-2, 5-3, 7-0, 4-4) e grazie ad un’ottima prestazione continua la preparazione alla Final Six, in programma tra
  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo
  • Pallanuoto, 24ª giornata: la BPM Sport Management nella tana del Torino ‘81

    Torna il campionato di Serie A1. Ad un mese dalle Final Six di Torino, la BPM Sport Management domani sarà proprio nel capoluogo piemontese per sfidare il sette di coach Aversa. Una sfida in cui i Mastini sono i favoriti sulla carta, ma che non dovranno assolutamente sottovalutare in quanto il