L’Imam Cattaneo offende la Chiesa

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Luciano Silinghini da Saronno

04 giugno 2018
Guarda anche: LettereSaronno
“Siamo gli imam dei Cristiani di Saronno”.
Questa è la presentazione con la quale il Prete Cattaneo parla di se e dei sacerdoti e suore presenti al centro islamico di Saronno invitati dai musulmani.
Sono lieto di vedere Cattaneo definirsi Imam perché credo che la chiarezza sia alla base della vita e della fede di ciascuno di noi. Un sacerdote che crede che un Imam,senza alcuna preparazione teologica ma solo eletto dalla comunità e talvolta auto elettosi,sia identico a un Prete dimostra di non avere il briciolo di conoscenza teologica e tantomeno cristiana. Definendosi Imam può tranquillamente vedere la moschea identica a una Chiesa e così infatti appare considerando che ha fatto leggere una sura del corano anti-cristiana e anti-ebraica sull’altare della Chiesa di San Pietro e Paolo e ieri ha recitato il “Padre nostro” definendolo solo “la preghiera che noi Cristiani diciamo tutti i giorni a Dio” dimenticando che quella preghiera ce l’ha insegnata Gesù Cristo,unico vero Dio. Recitata in un centro islamico che de facto è palesemente una moschea alla quale però mancano le autorizzazioni per essere tale dal Ministero visto che nei registri risulta tuttora essere un centro di divulgazione letteraria.
Sorvolo sul fatto che durante la preghiera gli islamici beatamente parlavano e si facevano i fatti loro,ma era il caso di offendere così tanto la fede millenaria in Cristo definendo i sacerdoti Imam e nascondere alla platea che il “Padre nostro” per noi Cristiani è alla base della nostra vita ? Il “Padre nostro” caro Imam Cattaneo è la risposta che Dio,Gesù Cristo,ci ha dato direttamente dalla sua bocca quando un fedele gli chiese: “insegnaci a pregare”.
Luciano Silighini Garagnani
Già candidato Sindaco Saronno
“L’Italia che verrà”
Tag:

Leggi anche:

  • Matteo Marcon sul Progetto Stazioni “Intavolare una nuova trattativa con Regione Lombardia”

    Negli ultimi noi Giovani Leghisti siamo stati accusati di tifare contro la nostra città in merito al blocco governativo dei fondi previsti per il bando periferie, che a Varese avrebbero trovato compimento nella realizzazione del progetto stazioni. Naturalmente rispediamo queste illazioni ai
  • Gregori “Portiamo vita e turismo in città”

    SERATE IN CITTA’… IL LIBRETTO “VIVI VARESE” Il successo continuo e certo dello spettacolo pirotecnico di Casciago, avvenuto ieri sera, offre una riflessione… Varese d’ agosto e non solo, ha bisogno di vivacita’, di attrazione, di famiglie felici presenti e serene. Perche’
  • Minacce alla Lega, Gesuito “Installare subito telecamere”

    “E sono tre, infatti se la memoria non mi inganna, si tratta del terzo atto intimidatorio in poco più di un anno, ai danni della sede storica della Lega di Varese. Nelle due precedenti, segretario Carlo Piatti, abbiamo espresso condanna al gesto, e solidarietà ai nostri amici della Lega, oggi,
  • Arcisate muore, Gesuito “Rilanciamo il centro storico”

    Rilanciamo il centro storico. Basta davvero poco Ogni centro storico dovrebbe essere il fulcro del paese: curato, accogliente e commercialmente florido. Un luogo dove i cittadini di tutte le età possano incontrarsi e dove trovare esercizi di vicinato in grado di contrastare lo strapotere dei