Libri “gender”? A Varese si combatte contro la “censura” di Brugnaro. FOTO

La Libreria del Corso ha esposto i volumi ritirati dalle scuole venenziane su ordine del sindaco

03 settembre 2015
Guarda anche: Cultura Musica SpettacoloVarese Città
FB_IMG_1441282022056

Un gesto coraggioso, che ha come significato l’amore per la cultura e la voglia di lottare contro la censura e i pregiudizi. La Libreria del Corso di Varese ha infatti esposto in vetrina una serie di libri per ragazzi, che a Venezia non si potranno più leggere. 

Sono i testi “messi all’indice” dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, eletto con i voti del centrodestra, a partire da Forza Italia, sebbene particolarmente “amato” dagli ambienti renziani del Pd.

Il testo del cartello esposto in libreria recita: “La Libreria del Corso si dissocia dalle decisioni e dalle dichiarazioni del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che ha imposto il ritiro dai nidi e dalle scuole materne di 49 libri, colpevoli di voler spiegare ai bambini la diversità di genere”.

Leggi anche:

  • Il B.A. Film Festival alla Biennale del Cinema di Venezia

    Il pubblico di spettatori curiosi e di cinefili, ormai affezionato alla settimana del festival, troverà un programma ricco e variegato, con anteprime, presentazioni, Masterclass e soprattutto incontri con i protagonisti del mondo del cinema. Ospiti in Laguna della Fondazione Ente dello Spettacolo,
  • La Biennale a misura “umana” di Farrell e McNamara

    Torna uno dei più importanti appuntamenti internazionali dedicati all’architettura, che quest’anno sarà curato da Yvonne Farrell e Shelley McNamara, già vincitrici del Leone d’Argento alle Biennale Architettura del 2012. In linea con le tendenze contemporanee, volte a mettere al centro
  • Da Saronno a Venezia, Silighini monopolizza il Red Carpet

    Il regista e produttore Luciano Silighini Garagnani ha presentato all’Industry Club, area riservata ai produttori accreditati alla Biennale, i nuovi progetti di River Road Entertainment e tra questi “Il Cristo di Gamala” film girato quasi interamente tra il saronnese e la Corsica
  • Paolo Virzì re di Venezia: The Leisure Seeker incanta il Lido

    Risate, applausi e tantissimi riconoscimenti per il nuovo film di Paolo Virzì, completamente in lingua inglese, che parla di vecchiaia ma anche di voglia di scegliere la propria vita “Credo nella libertà di scelta, il mio è un film sulla libertà di scegliere la propria vita, in questo caso