Infortuna (Pd): “Zona ippodromo dimenticata tra eternit e insetti”

Il consigliere comunale denuncia lo stato di abbandono dell'area circostante la struttura sportiva

09 settembre 2015
Guarda anche: Varese
eternit

eternit

Una superficie di circa 500 mq di eternit scoperto che, da tempo immemore, riveste i tetti delle scuderie delll’Ippodromo; blatte e animali di ogni genere che invadono le case e i giardini dei condomini; continue richieste di intervento indirizzate agli enti pubblici preposti; un’Amministrazione Comunale totalmente assente. A mettere in luce le condizioni in cui sono costretti a vivere decine di abitanti del quartiere è il Consigliere del PD Giampiero Infortuna, il quale, dopo aver effettuato di persona un sopralluogo e raccolto le istanze dei varesini, pone all’attenzione del Governo locale diverse e decisive questioni, ancora irrisolte. “In primo luogo, l’art 32 della Costituzione dispone che ‘La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività’. Uno dei capisaldi su cui fa perno la nostra carta fondamentale viene disatteso da quello che dovrebbe essere il livello politico-istituzionale più vicino ai cittadini: l’ente comunale. In particolare, il Piano Regionale Amianto Lombardia (PRAL) prevede l’obbligo di bonifica di materiali contenenti amianto (materiale dichiarato fuorilegge dal 1992) entro e non oltre 10 anni dalla pubblicazione dello stesso piano, avvenuta, il 17 Gennaio 2006. Pertanto, continua Infortuna, entro il 16 Gennaio 2016 devono essere avviate tutte le procedure che impediscano la dispersione delle fibre di amianto nell’ambiente, dopo che le stesse si siano distaccate dal manufatto e, conseguentemente, si siano rese disponibili all’inalazione. Il Sindaco leghista di Varese conosce le condizioni di disagio e di pericolosità che gravano su molti nostri concittadini? Ha mai visitato di persona e appurato lo stato dei tetti in amianto delle scuderie? Essendo in carica dal 2006, anno di pubblicazione del PRAL, quanto tempo intende ancora aspettare prima del 16 Gennaio 2016? Interrogativi rispetto ai quali esigiamo una risposta. Come se tutto ciò non bastasse, il quadro raffigurato viene ulteriormente aggravato dalle indegne condizioni igienico-sanitarie dell’intera area, legate alla quotidiana presenza di blatte e di animali provenienti dalle scuderie stesse, che, di continuo, invadono le abitazioni limitrofe, con tutti i conseguenti problemi del caso, in termini di tempo, fastidio e costi di disinfestazione. Oneri che, tra le altre cose, il primo cittadino di Varese ha già in passato caricato sulle spalle dei residenti del quartiere.

A fronte di tali le premesse, conclude Infortuna, e tenuto infine conto dell’ulteriore danno relativo alla svalutazione degli immobili che, a distanza di pochi metri, si affacciano sulle scuderie, chiedo al Sindaco della Lega Nord di intervenire immediatamente, affinché venga ripristinata e garantita nient’altro che una condizione di normale vivibilità per moltissime famiglie.

Tag:

Leggi anche:

  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti
  • Simone Miele vincitore della Coppa Italia Rally 2016

    rally-simone-miele Simone Miele e Roberto Mometti sono i vincitori della Coppa Italia Rally 2016, serie nazionale reintrodotta da Aci Sport per questa stagione. A bordo della Ford Fiesta World Rally Car, i due varesini – Simone è di Olgiate Olona mentre Roberto di Luino- hanno messo le mani sul titolo di Zona1 già