In carcere spacciatore italiano originario del Benin

L'uomo era stato trovato in possesso di hashish e cocaina

26 febbraio 2016
Guarda anche: Gallarate
Poliziafoto

Era agli arresti domiciliari nella sua abitazione in Somma Lombardo dopo la convalida dell’arresto in flagranza eseguito a Gallarate dalla Squadra Volante del Commissariato, ma ieri sera, su ordine del GIP del Tribunale, è stato condotto in carcere a Busto Arsizio dove attenderà gli sviluppi del processo a suo carico.

Il quarantenne A.G.A., italiano originario del Benin, era stato arrestato il 30 novembre scorso dagli agenti che lo avevano fermato per un controllo mentre guidava un’auto di grossa cilindrata; il nervosismo e la sorpresa lo avevano tradito e la droga sequestratagli, tra quella che aveva con sé e quella conservata a casa, alla fine ammontava a circa 150 grammi tra hashish e cocaina.
Dopo l’arresto, le indagini degli agenti, coordinati dalla Procura della Repubblica, sono proseguite ricostruendo, anche grazie alla paziente analisi del traffico telefonico e di altri riscontri, la rete dei consumatori abitualmente riforniti.

Dal quadro investigativo completo A.G.A. non è apparso come uno spacciatore occasionale ma piuttosto come il gestore di un efficiente sistema di spaccio, capace di assicurare ai clienti fidelizzati del gallaratese una regolare fornitura di vari tipi di sostanze, a seconda delle loro richieste, almeno dal luglio del 2015.
A seguito della rivalutazione della gravità dei fatti, tale da escludere qualunque attenuante, il Pubblico Ministero ha chiesto ed ottenuto dal GIP che gli arresti domiciliari, ritenuti non sufficienti ed idonei ad impedire la reiterazione dello spaccio, fossero tramutati in carcerazione vera e propria e pertanto ieri sera per A.G.A. si sono nuovamente riaperte le porte della più vicina casa di reclusione.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

      La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti