Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne, anche Varese risponde presente

L'origine di questo giorno è radicata nella storia di tre sorelle domenicane vittime di stato

25 novembre 2016
Guarda anche: MondoVarese Città
giornata-mondiale-contro-la-violenza-sulle-donne

Scarpe rosse, drappi dello stesso colore appesi alle finistre, finte macchie di sangue, panchine e muri ridipinti…e poi post sui social, articoli di giornale, foto, comunicazioni radio e pubblicità in tv: sono infiniti i messaggi che oggi si stanno trasmettendo, nei modi più disparati, per ricordare che il 25 novembre sia la “Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne”.
Anche Varese sta rispondendo presente con diverse iniziative che vi abbiamo elencato nei giorni scorsi.
Ma facendo un passo indietro bisogna analizzare da dove è partito tutto ciò, quando e perchè è stato deciso di marcare di rosso questa data.
La Giornata internazionale contro la violenza sulle donne è stata scelta per onorare le tre sorelle Mirabal – Patria, Minerva e María Teresa – vittime di Stato, in realtà (solo la quarta, Belgica, visse fino al 1° febbraio 2014), e non della violenza domestica. Furono assassinate da scagnozzi del dittatore della Repubblica Dominicana Rafael Trujillo il 25 novembre 1960. Dal 1980 la data divenne il simbolo del loro sacrificio: durante il primo Incontro internazionale femminista, in Colombia, quando la Repubblica Dominicana la propose in onore delle tre sorelle conosciute come Las Mariposas (Le Farfalle ndr), uccise mentre andavano a trovare in carcere i mariti, prigionieri politici. Solo dopo un po’ di tempo molti Paesi si unirono nella commemorazione di questo giorno, attribuendogli valore simbolico di denuncia del maltrattamento fisico e psicologico verso le donne e le bambine. Il 17 dicembre 1999 l’Assemblea generale delle Nazioni unite, ha scelto questa data del 25 novembre per celebrare la lotta contro la violenza sulle donne, in omaggio, appunto alle sorelle Mirabal.
Da quel giorno è passato del tempo che, purtroppo, non ha migliorato le cose e che ha quasi modificato il concetto di violenza dando più o meno importanza a quella mentale piuttosto che a quella fisica, come se fosse una gara a chi ne sa di più di libri di psicologia.
Ma solo pronunciarla, quella parola, mette i brividi, ed inevitabilmente viene associata a libertà.
Alzare una mano su una donna è violenza nello stesso identico modo in cui si possa arrivare a costringerla ad indossare un pantalone perchè con una donna sarebbe definita “poco di buono”. La violenza, ahinoi, è nelle piccole cose.
La speranza è che una giornata così possa essere un valido pretesto per ricordarlo sempre, perchè qualsiasi atto ci vedrà protagonisti oggi, per quanto lodevole, non basterà mai a pareggiare i conti contro educazione e rispetto. Educazione e rispetto in ogni dove, in ogni contesto, nei confronti di una donna piccola o grande che sia, ed ovviamente non solo nei suoi confronti. Ecco la ricetta per dire basta alla Violenza sulle Donne.

Mariella Lamonica

Tag:

Leggi anche:

  • A cavallo tra le rocce lunari, e su astronavi fai da te

    Quante ne sono state dette sulla terra e sulla luna, sabato 18 ottobre a Busto Arsizio se ne vedranno delle belle sull’argomento. Appuntamento dalle 10 alle 16 al maneggio La Bastide in via Samarate, 150. Si farà una gimkana a cavallo tra modelli di rocce lunari, si costruirà un’astronave
  • Conferimento Ufficiale del Titolo Comune Europeo dello Sport 2019 alla Città di Sesto Calende

    Un lunedì pieno di emozioni ed entusiasmo è stato lo scorso 30 ottobre presso la sala d’onore del CONI a Roma per Simone PINTORI (Consigliere Comunale Delegato allo Sport) Danila DE CANDIDO (Consigliere Comunale Delegato ai Bandi) Andrea SCANDOLA (Rappresentante della Pro Sesto) Daniele
  • Cinque mastini della Pallanuoto Banco BPM Sport Management convocati in Nazionale

    Saranno ben cinque gli atleti della Pallanuoto Banco BPM Sport Management che dal 29 ottobre all’1 novembre 2017 si ritroveranno al Centro Federale di Ostia per il raduno collegiale della Nazionale Italiana. Il Commissario Tecnico Alessandro Campagna radunerà gli azzurri per quattro giorni di
  • Definiti gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup

    Sorteggiati oggi gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup, con la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che ha conosciuto il nome della sua avversaria: la Stella Rossa Belgrado. La formazione guidata da mister Marco Baldineti dunque sfiderà la compagine serba (vincitrice