Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne, anche Varese risponde presente

L'origine di questo giorno è radicata nella storia di tre sorelle domenicane vittime di stato

25 novembre 2016
Guarda anche: MondoVarese Città
giornata-mondiale-contro-la-violenza-sulle-donne

Scarpe rosse, drappi dello stesso colore appesi alle finistre, finte macchie di sangue, panchine e muri ridipinti…e poi post sui social, articoli di giornale, foto, comunicazioni radio e pubblicità in tv: sono infiniti i messaggi che oggi si stanno trasmettendo, nei modi più disparati, per ricordare che il 25 novembre sia la “Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne”.
Anche Varese sta rispondendo presente con diverse iniziative che vi abbiamo elencato nei giorni scorsi.
Ma facendo un passo indietro bisogna analizzare da dove è partito tutto ciò, quando e perchè è stato deciso di marcare di rosso questa data.
La Giornata internazionale contro la violenza sulle donne è stata scelta per onorare le tre sorelle Mirabal – Patria, Minerva e María Teresa – vittime di Stato, in realtà (solo la quarta, Belgica, visse fino al 1° febbraio 2014), e non della violenza domestica. Furono assassinate da scagnozzi del dittatore della Repubblica Dominicana Rafael Trujillo il 25 novembre 1960. Dal 1980 la data divenne il simbolo del loro sacrificio: durante il primo Incontro internazionale femminista, in Colombia, quando la Repubblica Dominicana la propose in onore delle tre sorelle conosciute come Las Mariposas (Le Farfalle ndr), uccise mentre andavano a trovare in carcere i mariti, prigionieri politici. Solo dopo un po’ di tempo molti Paesi si unirono nella commemorazione di questo giorno, attribuendogli valore simbolico di denuncia del maltrattamento fisico e psicologico verso le donne e le bambine. Il 17 dicembre 1999 l’Assemblea generale delle Nazioni unite, ha scelto questa data del 25 novembre per celebrare la lotta contro la violenza sulle donne, in omaggio, appunto alle sorelle Mirabal.
Da quel giorno è passato del tempo che, purtroppo, non ha migliorato le cose e che ha quasi modificato il concetto di violenza dando più o meno importanza a quella mentale piuttosto che a quella fisica, come se fosse una gara a chi ne sa di più di libri di psicologia.
Ma solo pronunciarla, quella parola, mette i brividi, ed inevitabilmente viene associata a libertà.
Alzare una mano su una donna è violenza nello stesso identico modo in cui si possa arrivare a costringerla ad indossare un pantalone perchè con una donna sarebbe definita “poco di buono”. La violenza, ahinoi, è nelle piccole cose.
La speranza è che una giornata così possa essere un valido pretesto per ricordarlo sempre, perchè qualsiasi atto ci vedrà protagonisti oggi, per quanto lodevole, non basterà mai a pareggiare i conti contro educazione e rispetto. Educazione e rispetto in ogni dove, in ogni contesto, nei confronti di una donna piccola o grande che sia, ed ovviamente non solo nei suoi confronti. Ecco la ricetta per dire basta alla Violenza sulle Donne.

Mariella Lamonica

Tag:

Leggi anche:

  • Inizia il festival Ticino Musica: oltre 70 appuntamenti in Ticino

    La XXII edizione di Ticino Musica è al via: mercoledì 18 luglio alle ore 20.00, domani inizierà la XXII edizione del Festival Ticino Musica: alle 20.00 nell’Aula Magna del Conservatorio della Svizzera italiana (via Soldino 9) il festival aprirà con la prima
  • La Goletta dei Laghi sbarca sul Lago Maggiore

    Al via la quarta tappa dell’edizione 2018 di Goletta dei laghi sul Lago Maggiore, la campagna di Legambiente realizzata in collaborazione con il CONOU – Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati – e Novamont, che da 13 anni attraversa
  • Tra Sacro e Sacro Monte: giovedì 12 Proxima Res con Laura Marinoni

    Sulla Terrazza del Mosè, “Passio, Crocifissione”, una coproduzione Proxima Res e Tra Sacro e Sacro Monte, con gli artisti di Proxima Res, Caterina Carpio, Tindaro Granata, Mariangela Granelli e Francesca Porrini, insieme a Laura Marinoni, dicono Testori. Le musiche sono di Leo Ferrè e le luci
  • A Casale Litta il Big Bang Folk Festival 2018

    Sta per tornare il festival più esplosivo dell’estate varesina: il 13-14-15 luglio a Casale Litta si svolgerà la terza edizione del Big Bang Folk Festival, un appuntamento assolutamente imperdibile per tutti gli appassionati di danze popolari! Ben sette concerti in sole tre serate,