Varese, un’estate di eventi in sicurezza

Oltre 120 appuntamenti da giugno a settembre, coinvolte oltre 40 realtà e associazioni

22 Giugno 2020
Guarda anche: Comune di Varese

Lcultura varesina riparte e lo fa in sicurezza. Questa mattina ai Giardini Estensi è stato presentato il programma degli eventi estivi: un insieme di iniziative mai così ricco e coordinato, che coinvolgerà l’intera città e sarà adatto a tutti i gusti e a tutte le età del pubblico. Saranno coinvolti il centro storico e i quartieri, il Sacro Monte e la Schiranna, senza dimenticare i parchi della Città Giardino. Tre le parole chiave dell’Estate varesina 2020: sinergia, natura e sicurezza. Tutti gli appuntamenti, infatti, si svolgeranno nel rigoroso rispetto delle normative per il contrasto alla pandemia da coronavirus. Si parte domenica 21 giugno a Villa Toeplitz.

«L’emergenza che stiamo affrontando – afferma il sindaco Davide Galimberti – ci ha costretto in un brevissimo arco di tempo a ripensare i concetti di socialità e aggregazione e ci ha chiesto di organizzare diversamente anche il settore dello spettacolo e della cultura. Se è vero che particolari caratteristiche di Varese, per la sua natura e la sua posizione, ci hanno aiutato a contrastare più di altri capoluoghi lombardi il virus, per fronteggiare questa fase difficile e per proporre un nuovo metodo di fruizione che sia davvero sicuro per ogni partecipante abbiamo pensato di valorizzare le aree verdi e i grandi polmoni della città. I nostri parchi e i nostri spazi aperti garantiscono in modo pressoché naturale di rispettare i criteri di contingentamento e consentono ai cittadini di vivere gli eventi in totale sicurezza».

Nei mesi del lockdown Palazzo Estense ha chiamato all’appello gli operatori culturali della città invitandoli a pensare al futuro, per essere pronti nel momento in cui gli eventi avrebbero potuto riprendere. A loro è stato chiesto di riprogrammare rassegne ed iniziative in sinergia, con l’obiettivo di proporre, non appena le misure di contenimento del contagio lo avessero permesso, una programmazione estiva coordinata e condivisa.

«Collaborazione – aggiunge il consigliere comunale e presidente della Commissione Cultura Francesco Spatola – è la parola chiave che ha guidato l’assessorato alla Cultura e gli operatori culturali della città in questi mesi. Si è voluto in tal modo dare un importante segnale per la costruzione di una rete territoriale che mai come ora è riuscita a proporre un cartellone di iniziative composito ma coordinato da una visione comune».

Il programma dell’Estate varesina, come anticipato, comincerà domenica a Villa Toeplitz. Un’inaugurazione che valorizzerà uno dei parchi più belli d’Italia, dove da poco sono stati ultimati gli interventi sui giochi d’acqua, sui vialetti e sui prati. Proprio i parchi e i suggestivi scenari naturali che essi offrono saranno i grandi protagonisti dei prossimi mesi. I Giardini Estensi, per esempio, ospiteranno, con la loro tensostruttura, rassegne cinematografiche, spettacoli e concerti, oltre all’opera lirica presso la fontana. Ci saranno poi il lago e il parco Zanziil Sacro Monte la Via Sacra. Tutti luoghi unici dal punto di vista naturalistico e paesaggistico, che offrono al pubblico la possibilità di fruire degli spettacoli all’aria aperta nel pieno rispetto del distanziamento.

Grande attenzione verrà infatti posta alla sicurezza del pubblico e degli artisti e agli eventi si accederà su prenotazione. Per quanto riguarda i Giardini Estensi, i posti sotto la tensostruttura saranno diminuiti e distanziati rispetto agli scorsi anni, passando dagli abituali 480 a 219; l’area degli spettacoli verrà inoltre appositamente transennata e si creeranno percorsi per l’accesso e per il deflusso degli spettatori, con il presidio di personale opportunamente formato. Il Comune di Varese assicurerà alle associazioni, oltre alla compartecipazione finanziaria per la realizzazione degli eventi, il supporto per la sicurezza e per il protocollo sanitario, con la redazione degli appositi piani e l’aiuto nell’attuarli. Sempre Palazzo Estense garantirà la presenza dei servizi igienici e la loro sanificazione, nonché l’impiego di personale qualificato addetto alla sorveglianza e all’attuazione delle normative anti-coronavirus.

«È sottinteso – conclude il sindaco – che le attività dei prossimi mesi saranno condizionate dai diversi possibili scenari che potrebbero prendere forma in relazione all’andamento dei contagi. Sarà nostra cura mantenere un’informazione costante sugli eventuali cambiamenti in termini di restrizione o di allentamento delle misure, ma, nel frattempo, ripartiamo. E lo facciamo, come più volte promesso, dalla cultura, dal nostro verde e dai nostri parchi, sostenendo e supportando le associazioni e le realtà culturali del territorio, che rappresentano uno dei settori più colpiti dalla pandemia. Ringrazio tutti gli operatori per lo sforzo che hanno compiuto in questi mesi e per la capacità che hanno dimostrato di fare rete, dando ai varesini e a quanti sceglieranno la nostra città per le loro vacanze occasioni imperdibili per scoprire sempre più le bellezze di un territorio unico».

Tag:

Leggi anche:

  • Insubria, Economia e Management sceglie il numero chiuso

    Diventa a numero chiuso il corso di laurea triennale in Economia e Management dell’Università dell’Insubria. Per il prossimo anno accademico saranno disponibili 640 posti, che potranno essere occupati sulla base dell’ordine cronologico di immatricolazione, a partire dal 16 luglio,
  • BA Cultura per l’estate rassegna cinematografica 2020 i film di luglio

    Dopo la pausa forzata degli ultimi mesi, il cinema a Busto Arsizio è pronto a ripartire e non può che farlo con le proiezioni all’aperto, un appuntamento ormai consolidato e atteso sempre con impazienza, quest’anno in particolare. Le proiezioni sono in programma tutti i sabati sera
  • Masterplan stazioni, il Centrodestra “boicotta” la Commissione Urbanistica

    La minoranza di centrodestra ha deciso di non presentarsi, questa sera, alla seduta della Commissione Urbanistica del Comune di Varese. “Un segno di protesta per lo scarsissimo tempo che la giunta ci ha dato per analizzare la fitta documentazione sul masterplan dell’area delle
  • Varese cultura: un bando per eventi attrattivi

    Tra le linee guida di una ripartenza sostenibile, l’Organizzazione Mondiale del Turismo pone la valorizzazione delle identità e delle iniziative culturali a livello locale e Otto Scharmer, esperto di change management e professore al MIT- Massachusetts Institute of Technology di Boston, ha