Frontalieri, Monti (Lega Nord): “Si torni alla pressione fiscale precedente”

Il Consiglio Regionale approva la mozione leghista

03 maggio 2016
Guarda anche: LombardiaPolitica
frontiera dogana confine

È stata approvata oggi dal Consiglio Regionale della Lombardia la mozione della Lega Nord relativa alla Convenzione Italia -Svizzera sui lavoratori frontalieri.
“L’accordo Roma-Berna del 2015 – ha spiegato in aula il consigliere Emanuele Monti – ha rappresentato una radicale rivoluzione in quanto ha abolito due meccanismi finora inamovibili: la totale tassazione alla fonte e i ristorni ai Comuni di frontiera, che rappresentano una cifra di circa 60 milioni di euro annui. L’accordo risulta del tutto penalizzante sia per i lavoratori sia per i Comuni, in quanto non è stata ancora fatta alcuna chiarezza sui ristorni e si calcola che il nuovo regime fiscale comporterà un esborso aggiuntivo di circa 3000 euro/anno per ogni frontaliere.”

“Inoltre – ha proseguito il consigliere della Lega Nord – l’INPS non ha ancora fornito spiegazioni circa il fondo di 200 milioni di euro: un vero tesoretto costituito con i contributi di disoccupazione versati dai frontalieri ristornati dalla Svizzera all’Italia.”
“Per questi motivi la nostra mozione – ha affermato il rappresentante del Carroccio – chiede al presidente Maroni e alla Giunta Regionale di farsi portavoce presso il Governo per ottenere una pressione fiscale per i lavoratori pari a quella preesistente la Convenzione e affinché si giunga ad un accordo scritto fra Stato e Comuni sulla questione dei ristorni.”

“La mozione invita poi la Giunta ad istituire un tavolo di lavoro con i parlamentari lombardi, Sindaci, Comunità Montane, Province e associazioni dei frontalieri per individuare soluzioni concrete alle problematiche dei territori di confine. Si richiede infine un intervento presso le competenti Autorità elvetiche affinché venga esclusa ogni iniziativa discriminatoria e lesiva nei confronti di cittadini italiani occupati in Svizzera e di aziende italiane interessate al mercato elvetico.”

Tag:

Leggi anche:

  • 2° gran fondo Tre Valli Varesine e 97° Tre Valli Varesine: due grandi eventi internazionali a Varese

    Presentati questa mattina in Camera di Commercio di Varese i prossimi eventi internazionali della Società Ciclistica Alfredo Binda: la 2° Gran Fondo Tre Valli Varesine che si terrà sabato 30 settembre e domenica 1° ottobre e la 97° Tre Valli Varesine in programma martedì 3 ottobre con
  • Tutti in bici per i Comuni

    In occasione della settimana europea della mobilità torna Sabato 23 settembre la fortunata iniziativa “TUTTI IN BICI PER I COMUNI”, in collaborazione con i Comuni di Vedano Olona e Venegono Superiore. Ritrovo in Piazza delle Tessitrici alle 14.00 per la registrazione. Partenza alle
  • Dal 27 settembre la grande pallanuoto a Busto Arsizio con la BPM Sport Management e la Len Euro Cup

    Al via della competizione ci saranno, oltre ai mastini di Busto Arsizio, anche i francesi del Montpellier e del Pays D’Aix Natation, i tedeschi dell’OSC Postdam, i croati dello Jadran Split, gli ungheresi dello FTC Budapest (squadra che nella scorsa stagione si era aggiudica la Len Euro Cup) e
  • Ierago con Orago, inaugurazione Palestra in acqua Cele Daccò

    Il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo interverrà domani, alle ore 10,30, alla cerimonia di inaugurazione dell’impianto sportivo acquatico “Palestra in acqua Cele Daccò” di Jerago con Orago (Varese) situato in via Onetto 4, vicino all’area Feste del Comune. La