Frontalieri, Monti (Lega Nord): “Si torni alla pressione fiscale precedente”

Il Consiglio Regionale approva la mozione leghista

03 maggio 2016
Guarda anche: LombardiaPolitica
frontiera dogana confine

frontiera dogana confine

È stata approvata oggi dal Consiglio Regionale della Lombardia la mozione della Lega Nord relativa alla Convenzione Italia -Svizzera sui lavoratori frontalieri.
“L’accordo Roma-Berna del 2015 – ha spiegato in aula il consigliere Emanuele Monti – ha rappresentato una radicale rivoluzione in quanto ha abolito due meccanismi finora inamovibili: la totale tassazione alla fonte e i ristorni ai Comuni di frontiera, che rappresentano una cifra di circa 60 milioni di euro annui. L’accordo risulta del tutto penalizzante sia per i lavoratori sia per i Comuni, in quanto non è stata ancora fatta alcuna chiarezza sui ristorni e si calcola che il nuovo regime fiscale comporterà un esborso aggiuntivo di circa 3000 euro/anno per ogni frontaliere.”

“Inoltre – ha proseguito il consigliere della Lega Nord – l’INPS non ha ancora fornito spiegazioni circa il fondo di 200 milioni di euro: un vero tesoretto costituito con i contributi di disoccupazione versati dai frontalieri ristornati dalla Svizzera all’Italia.”
“Per questi motivi la nostra mozione – ha affermato il rappresentante del Carroccio – chiede al presidente Maroni e alla Giunta Regionale di farsi portavoce presso il Governo per ottenere una pressione fiscale per i lavoratori pari a quella preesistente la Convenzione e affinché si giunga ad un accordo scritto fra Stato e Comuni sulla questione dei ristorni.”

“La mozione invita poi la Giunta ad istituire un tavolo di lavoro con i parlamentari lombardi, Sindaci, Comunità Montane, Province e associazioni dei frontalieri per individuare soluzioni concrete alle problematiche dei territori di confine. Si richiede infine un intervento presso le competenti Autorità elvetiche affinché venga esclusa ogni iniziativa discriminatoria e lesiva nei confronti di cittadini italiani occupati in Svizzera e di aziende italiane interessate al mercato elvetico.”

Tag:

Leggi anche:

  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti
  • Simone Miele vincitore della Coppa Italia Rally 2016

    rally-simone-miele Simone Miele e Roberto Mometti sono i vincitori della Coppa Italia Rally 2016, serie nazionale reintrodotta da Aci Sport per questa stagione. A bordo della Ford Fiesta World Rally Car, i due varesini – Simone è di Olgiate Olona mentre Roberto di Luino- hanno messo le mani sul titolo di Zona1 già