Ema ad Amsterdam, una sconfitta per l’Italia

Finite le speranze per Milano, il Parlamento europeo ha dato il via libera allo spostamento ad Amsterdam

17 marzo 2018
Guarda anche: Mondo

Le votazioni dell’aula hanno dato il risultato, l’ultimo e definitive che determina non solo lo spostamento della sede dell’Agenzia europeo del farmaco (EMA) ad Amsterdam, ma anche una grande sconfitta per l’Italia: la maggioranza ha votato a favore del trasloco nella città olandese con 507 voti a favore, 112 contrati e 37 astenuti.

Dalla parte del si gli esponenti del M5S e l’Altra Europa con Tsipras; tra i contrari la maggioranza degli eurodeputati italiani, in particolare quelli del gruppo del Pse (quindi il Pd), del gruppo del Ppe (quindi Forza Italia e centristi) e della Lega.

“Non voglio nemmeno farne un ragionamento politico e nemmeno di campanilismo. Sono dispiaciuto, indignato, esterrefatto che alcuni europarlamentari italiani abbiano votato per Amsterdam ieri a fronte delle note e riconosciute bugie presenti in quel dossier e nella procedura. Rappresentano forze che ambiscono a governare il Paese, spero lo facciano meglio di come si son comportati ieri”, ha affermato Pierfrancesco Maran, assessore all’urbanista di Milano esponente del PD. Insieme al suo arriva anche il commento di Pierfrancsco Majorino (Welfare) “Ringraziamo M5S e Altra Europa che hanno votato per Amsterdam e contro Milano su Ema. Complimenti vivissimi..

Tag:

Leggi anche:

  • Successo per la Premiere di Libera a Milano

    Anteprima sold out per “Libera” al cinema Anteo di Milano. L’ltimo film del regista Luciano Silighini Garagnani ha visto la sala gremita di ospiti che a fine proiezione hanno applaudito per circa 3 minuti. “Fa piacere vedere l’entusiasmo del pubblico quando si proietta
  • Consiglio Regionale si apre col ricordo dell’ex consigliere Iolanda Nanni e della funzionaria Angela Zerilli

    Il Consiglio regionale, presieduto da Alessandro Fermi, ha aperto i lavori odierni con la commemorazione dell’ex consigliere regionale Iolanda Nanni, scomparsa il 27 agosto dopo una lunga malattia, e di Angela Zerilli, la funzionaria regionale che ha perso la vita nel crollo del Ponte
  • Starbucks Milano, migliaia in coda per il cappuccino a 4,50€

    Erano in migliaia questa mattina in coda davanti alle porte del nuovo Starbucks in Piazza Cordusio, inaugurato nella giornata di ieri alla presenza dei rappresentati della città, l’AD della società e tanti personaggi noti, il tutto in una cerimonia esclusiva, che ha costretto la polizia a
  • Milano accoglie lo Starbucks più grande d’Europa

    Il 6 settembre apre al pubblico il primo store italiano Starbucks, la Reserve Roastery nello storico palazzo delle Poste di piazza Cordusio, a poca distanza dal Duomo: 2300 metri quadri con una grande tostatrice Scolari e tutto il procedimento a vista. Una scelta importane fatta da Howard Schultz,