Dopo Expo, Maroni e Brianza: “50 milioni per valorizzare il sito”

La Regione annuncia la riapertura dalla primavera per l'area espositiva

30 dicembre 2015
Guarda anche: Milano
Expo

“Vogliamo che dalla primavera prossima il sito espositivo sia ancora vivibile con grandi eventi e manifestazioni, con il coinvolgimento della Triennale e il concerto in programma il 1° maggio. Non possiamo permettere che quest’area resti vuota se non per i tempi strettamente necessari per il dismantling”. Lo ha detto l’assessore regionale al Post Expo e Città Metropolitana, Francesca Brianza, commentando il provvedimento adottato ieri dalla Giunta, su proposta del presidente Roberto Maroni, con cui sono stati stanziati 50 milioni per iniziative per il ‘dopo Expo’.

“Da primavera lo riapriamo ai cittadini e ai visitatori e sarà nuovamente vivibile per tutti, lombardi e non solo – ha spiegato l’assessore Brianza – . Oggi Regione Lombardia sta stanziando risorse importanti per dare da subito concretezza a un progetto che porti a rivivere il sito nella fase che abbiamo chiamato ‘fast post Expo’. Importante è, inoltre, che ci sia una concertazione con tutti gli altri enti, noi stiamo facendo la nostra, tocca anche al Governo fare la propria”.

“Con questa delibera – ha spiegato il presidente Maroni – abbiamo aggiornato l’adesione all’atto integrativo dell’Accordo di Programma per la realizzazione di Expo 2015 per la fase transitoria. Abbiamo dato il nostro contributo perchè l’area non resti deserta, ci auguriamo che anche gli altri soggetti coinvolti contribuiscano”.
“Il 1° maggio ci sarà il concerto di riapertura di Expo – ha detto, in conclusione, il presidente Maroni – ma entro metà gennaio definiremo una proposta organica, che presenteremo a Governo, Città metropolitana e Comune di Milano. Ci sono tante idee, stiamo parlando di occupare l’area da aprile, maggio, in contemporanea con la Triennale, fino a quando servirà”.

Tag:

Leggi anche:

  • Giro d’Italia numero 100: vince l’olandese Dumoulin

    Con la cronometro Monza-Milano (29.3 km) si è chiuso il Giro d’Italia numero 100. A vincere la celeberrima corsa in rosa targata 2017 è stato Tom Dumoulin, l’olandese della Sunweb che ha stupito un po’ tutti e che si è laureato il nuovo re in rosa. Quintana, Nibali e Pinot si classificano
  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad