Digitalizzazione, open source e sburocratizzazione: Busto Grande indica il futuro

Un incontro, organizzato dalla lista trasversale che sostiene Antonelli, per rendere più efficiente il Comune

02 maggio 2016
Guarda anche: Busto ArsizioElezioni comunali 2016Politica
computer-1

Digitalizzazione, software open source e sburocratizzazione: ecco la ricetta di Busto Grande per migliorare l’efficienza (e la contabilità) della macchina comunale, con un occhio di riguardo anche alla semplificazione del rapporto con cittadini o associazioni, e allo snellimento delle procedure e dei tempi d’attesa per fare impresa in città. Ne discuteremo lunedì 2 maggio in Villa Tovaglieri, a partire dalle 20.45, all’interno di un incontro in cui abbiamo invitato a parlare alcuni rappresentanti del Progetto Nuova Vita, dell’Amministrazione Comunale e del Distretto del Commercio. 

Abbiamo sempre detto di aver creato Busto Grande per dare spazio a chiunque voglia occuparsi del bene della nostra città, superando i vecchi steccati ideologici e traghettando così la politica bustocca nel terzo millennio. Ed è quello che vogliamo fare anche con il Comune inteso come istituzione e azienda al tempo stesso, perché non ha senso pensare di rinnovare il “motore” di una macchina per poi trascurarne meccanica e telaio.

L’apertura della serata è affidata a un animatore del Progetto Nuova Vita, che illustrerà i vantaggi economici derivanti dall’utilizzo di software open source in tutti i computer del Comune e delle proprie partecipate: non solo il risparmio immediato derivante dall’azzeramento dei costi di acquisto e di licenza, ma anche quello che viene chiamato “riuso informatico”, e cioè la possibilità di continuare a utilizzare pc e periferiche che risulterebbero obsoleti per i programmi tradizionali, evitando inutili sprechi.
I software open source, inoltre, consentono di accedere a una serie di applicativi anch’essi gratuti e soprattutto pensati su misura per le esigenze dell’utilizzatore, il che potrebbe consentire davvero di digitalizzare il maggior numero di procedure sia prettamente interne al Comune che “di sportello”, semplificando e velocizzando l’esecuzione di svariate pratiche e l’accessibilità ai documenti.

La digitalizzazione, quindi, come strumento di sburocratizzazione. E qui la palla passa direttamente alla amministrazione comunale e al Sindaco Gigi Farioli (visto che come tutti i dirigenti comunali, devono rispettare i “45 giorni bianchi” prima delle elezioni e non possono partecipare a nessuna iniziativa di parte), che spiegherà i passi già fatti dal Comune di Busto Arsizio proprio nel segno della snellimento informatico delle procedure. Parte del suo intervento sarà poi dedicato a illustrare gli ulteriori interventi digitali che l’Amministrazione stava già progettando in concerto con il Distretto del Commercio, così da andare incontro non solo ai singoli cittadini, ma anche e soprattutto a chi vuole provare a fare impresa in città.

E sarà proprio un rappresentante del Distretto a chiudere la serata, raccontando la già avvenuta adesione al portale “Impresa in un giorno” e analizzandone vantaggi e problematiche. Non è detto, infatti, che il passaggio al digitale basti a risolvere ogni problema, specie in un Paese ancora tecnologicamente piuttosto avanzato come il nostro. Da qui la necessità di programmare interventi mirati di formazione del personale e di sensibilizzazione dei cittadini, ma anche l’opportunità di confrontarsi tra operatori del settore per compiere le scelte realmente più opportune e non solo quelle più “di moda” o accattivanti. Esattamente lo spirito dell’incontro che abbiamo voluto organizzare, con la speranza di ricevere ulteriori sollecitazioni dai cittadini e dagli imprenditori che vorranno prendervi parte. Perché Busto torni a essere Grande!

Busto Grande

Tag:

Leggi anche:

  • Arcieri di Varese, per i 40 anni una festa sociale a Calcinate degli Orrigoni

    Era il 19 luglio del 1977 quando la società, affiliata alla Federazione Italiana Tiro Con l’Arco, apriva per la prima volta le porte ai giovani. La compagnia Arcieri di Varese, festeggia il suo 40esimo anno di età, 40esimo anno di promozione sportiva e sociale nel territorio, 40esimo anno di
  • Calcio Tim Cup – Il Varese pesca il Pisa

    La stagione del Varese parte dalla Toscana e parte da Pisa: saranno loro gli avversari dei biancorossi nel primo impegno ufficiale della stagione Domenica 30 luglio gli uomini di mister Iacolino se la vedranno con gli uomini di Carmine Gautieri ex tecnico proprio dei biancorossi. La sfida di Tim
  • Gite in Lombardia presenta “Al Poncione di Ganna”

    Gite in Lombardia organizza per il 14 agosto una giornata in mezzo alla natura, con metà il Monte Poncione di Ganna, una montagna delle Prealpi Varesine alta 993m slm. “Un sentiero all’ombra di antichi alberi, un’idea per scappare dalla calura delle nostre città certo, ma non solo.
  • Calcio – Il Varese si presenta ufficialmente e va in ritiro

    Oggi è il giorno del raduno, ieri sera si sono tenute le presentazioni ufficiali della nuova dirigenza biancorossa: è così che il Varese si appresta a vivere da protagonista la prossima stagione in serie D. Primo acquisto fra tutti mister Salvatore Iacolino, lo specialista di questa categoria: