Dal weekend fine dell’emergenza smog?

Progressivo ricambio delle masse d'aria con i primi giorni del 2016

30 dicembre 2015
Guarda anche: Lombardia
Smog

L’anno nuovo potrebbe portare in dote, per tutta la Lombardia, il regalo più atteso: la fine della stagnazione atmosferica che ha fatto schizzare alle stelle, negli ultimi due mesi, i valori di PM10 nell’aria, soprattutto nell’hinterland milanese caratterizzato da costanti nebbie ma anche nella fascia prealpina, sebbene il capoluogo di Varese sia stato leggermente più fortunato da questo punto di vista.

Da sabato, infatti, l’avvicinamento di una perturbazione atlantica potrebbe portare non solo a qualche timida precipitazione (forse nevosa a quote collinari), bensì soprattutto al ricambio delle masse d’aria, con condizioni dunque più favorevoli alla dispersione degli inquinanti: lo riporta Arpa Lombardia sul proprio sito ufficiale.
L’auspicata fine dell’emergenza, comunque, non deve distogliere i cittadini da quei piccoli gesti quotidiani che possono davvero fare la differenza a favore dell’ambiente, come un minor uso dell’auto in favore della mobilità alternativa (autobus, bici, a piedi) o l’abbassamento di uno o due gradi del riscaldamento della propria abitazione.

Tag:

Leggi anche:

  • Smog Lombardia, Varese tra le città migliori

    Stilato il bilancio da parte di Arpa Lombardia dello Smog nelle città lombarde nel 2017: la lista completa evidenzia i giorni di superamento di 50 microgrammi al metro cubo di PM10 registrati dalle stazioni di rilevamento. La città con il rendimento peggiore nei 12 mesi appena conclusi è Cremona
  • Allerta dell’Asl: forte disagio da calore anche all’inizio di settimana prossima

    È necessario adottare tutti gli accorgimenti, le regole e i suggerimenti ampiamente diffusi attraverso tutti i canali a disposizione, già più volte segnalati, per limitare i rischi alla salute causati dagli effetti delle ondate di calore nei confronti della popolazione più a rischio. INFO: