Corsa campestre: due studenti dell’Insubria ai Mondiali

Silvia Oggioni e Andrea Elia rappresenteranno l'Italia

09 marzo 2016
Guarda anche: Sport
corsa campestre

Sabato 12 marzo 2016 a Cassino si svolge la XX edizione del campionato del mondo di corsa campestre universitario, al quale prendono parte 600 studenti da 25 nazioni.

Grande risultato del College del mezzofondo dell’Università dell’Insubria che vedrà due rappresentanti a difendere i colori dell’Italia.

Silvia Oggioni – 21 anni, iscritta al Corso di Laurea in Scienze Motorie – gareggerà nella categoria femminile al via alle 11.00 su una distanza di 6 km, mentre alle 12.00 toccherà ad Andrea Elia – 22 anni, iscritto al Corso di Laurea in Informatica – cimentarsi sul percorso lungo 10, 7 km.

Gli atleti del College di Varese – iniziativa nata dalla collaborazione tra l’Università degli Studi dell’Insubria, il Cus Insubria e la FIDAL nazionale e lombarda – ha raggiunto questo prestigioso risultato dopo una stagione invernale estremamente ricca di risultati.

«Silvia Oggioni ha partecipato agli Europei di Cross dove è arrivata terza con la squadra azzurra, poi si è piazzata due volte seconda ai Campionati italiani U23 prima nei 3000 indoor di Ancona e, ancora, a Gubbio nella corsa campestre, seconda solo a Federica Del Buono, il più grande talento italiano – racconta Silvano Danzi tecnico federale e responsabile della preparazione atletica degli studenti di College – . A Monza ha vinto due titoli regionali con i colori della Pro Sesto e ora la conclusione della parte invernale della stagione con un altro impegno internazionale».

Andrea Elia «è arrivato a questa maglia azzurra con un’attività agonistica tutta in progressione culminata con il terzo posto domenica scorsa a campionati italiani di maratonina di Fucecchio con un ottimo 1h 07’20”. Il college prosegue il lavoro che già nel 2015 aveva portato al titolo italiano di Ilaria Dal Magro e alle varie medaglie di Silvia Pento e della stessa Silvia Oggioni. In questo anno accademico si sono aggiunte anche Chiara Spagnoli, subito a podio ad Ancona con un netto progresso nei 3000, e Alice Cocco che per pochissimo non ha raggiunto la stessa qualifica a partecipare alle Universiadi di Cassino» continua Danzi.

«Questi risultati esprimono la forza del progetto dell’Insubria, unico in tutto Italia nell’atleta!!!» conclude il tecnico.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto: la BPM Sport Management espugna il Foro Italico

    Arriva la terza vittoria in sette giorni. La BPM Sport Management ha iniziato il nuovo anno veramente alla grande. A farne le spese questa volta è la SS Lazio Nuoto che, alla Piscina del Foro Italico, è uscita sconfitta per 9-17 (1-7, 3-1, 3-6, 2-3). Ottime le prestazioni di Mirarchi e Luongo,
  • Pallanuoto: la BPM Sport Management a Roma contro l’insidia Lazio

    Dopo le fatiche di Coppa torna il Campionato. Messo in cassaforte il risultato del match di andata (12-10 / ritorno in programma sabato 18 febbraio), domani la BPM Sport Management sarà a Roma dove, alla Piscina del Foro Italico, sfiderà la SS Lazio Nuoto per la 12ª giornata del Campionato di
  • Un campione olimpico a Varese: Jury Chechi

    Il sindaco di Varese Davide Galimberti, il vicesindaco Daniele Zanzi e il presidente del Consiglio comunale hanno incontrato questa mattina a Palazzo Estense il campione olimpico Jury Chechi. Il famoso ginnasta sta trascorrendo qualche giorno a Varese, città in cui da atleta si è allenato per
  • Euro Cup, semifinale: alla BPM Sport Management il primo round contro l’Oradea

    Grande spettacolo in vasca alle Piscine Manara. Nell’andata della semifinale di Euro Cup, la BPM Sport Management batte 12-10 (3-4, 3-4, 2-1, 4-1) il CSM Digi Oradea, rimontando nel quarto tempo lo svantaggio maturato nella prima parte di gara . Nell’altro match lo Jadran Carine Herceg Novi