Connubio tra la musica e la Bibbia con Bruno Belli

Tre incontri con l'intellettuale varesino alla Coop di Casbeno

11 gennaio 2016
Guarda anche: Culture e SpettacoloVarese
violino-con-spartito-musicale

Spazio SCOPRI COOP – Casbeno (Varese)
UNIVERSAUSER

(ingresso libero)
Mercoledì 20 gennaio 2016, ore 17,30

I SALMI NELLA TRADIZIONE MUSICALE EUROPEA TRA IL SEICENTO E L’OTTOCENTO

Martedì 26 gennaio 2016, ore 17,30

STORIE E PEROSNAGGI: L’ORATORIO

Mercoledì 24 febbraio, ore 17,30

LA BIBBIA “ALL’OPERA”: MOSE’ E NABUCODONOSOR

Nota generale sui tre incontri:

La Bibbia è un testo poliforme che, proprio per la sua varietà di stili, contenuti e significati, ha ispirato, nella Storia artisti e pensatori di ogni paese.
Nel caso della musica, poi il rapporto è ancora più stretto di quanto non si pensi: numerosi testi biblici, quali “Il cantico dei cantici” ed “I Salmi”, tra gli altri, erano già intonati nella tradizione ebraica fina dal VII – VI secoli a. C.
Con la diffusione del Cristianesimo in Europa, ci fu un lento, ma naturale, passaggio che includeva nelle diverse funzioni liturgiche l’apporto del canto e della musica, tanto che, già nel VII secolo, i Monasteri erano provvisti delle “Scholae Cantorum”.
Dopo il 1000, con la sempre maggiore diffusione della cultura e del rapporto sincretico tra le arti, la musica fu eletta parte integrante ad ogni officio religioso (si pensi, ad esempio, all’apporto “popolare” di Jacopone da Todi o di Tomaso da Celano), per arrivare ai secoli di cui ci occuperemo – XVII / XIX – nei quali i testi biblici non saranno soltanto intonati, ma i personaggi e le vicende troveranno nuova dimensione nelle rappresentazioni sacre permesse dalla Chiesa ed addirittura “promosse” quale mezzo educativo per i religiosi ed i fedeli (l’“Oratorio” opera in musica senza scene). Continuerà nelle Chiese e nella cappelle private di Principi e di Porporati in tutta Europa la celebrazione delle feste liturgiche e fin anche delle “ore” quotidiane (Mattutini, Vespri, Ave Maria, ecc.) grazie a composizioni musicali per opera dei musicisti di volta in volta coinvolti.
L’ultimo grande passaggio, grazie al Metastasio dapprima, quindi degli “Italiani” operanti a Vienna ed a Parigi, sarà l’ambientazione biblica di opere, non più oratori senza scene, ma veri “drammi”, cui sarà aggiunto il termine “sacri” che produrranno persino due capolavori assoluti della Storia culturale Europea, le due versioni del “Mosè” di Rossini e la vicenda biblica degli Ebrei deportati in Babilonia che troverà nel “Nabucco” di Verdi la sintesi tra la lettura “teologica” e quella “politica” della Bibbia, un aspetto da non sottovalutare, giacché l’opera, nell’Ottocento, assunse il ruolo di “bibbia dei poveri” e mezzo per divulgare le idee sociali presso tutte le classi ed, in particolare, gli analfabeti che erano la maggioranza della popolazione.

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio Tim Cup – Il Varese pesca il Pisa

    La stagione del Varese parte dalla Toscana e parte da Pisa: saranno loro gli avversari dei biancorossi nel primo impegno ufficiale della stagione Domenica 30 luglio gli uomini di mister Iacolino se la vedranno con gli uomini di Carmine Gautieri ex tecnico proprio dei biancorossi. La sfida di Tim
  • Gite in Lombardia presenta “Al Poncione di Ganna”

    Gite in Lombardia organizza per il 14 agosto una giornata in mezzo alla natura, con metà il Monte Poncione di Ganna, una montagna delle Prealpi Varesine alta 993m slm. “Un sentiero all’ombra di antichi alberi, un’idea per scappare dalla calura delle nostre città certo, ma non solo.
  • Calcio – Il Varese si presenta ufficialmente e va in ritiro

    Oggi è il giorno del raduno, ieri sera si sono tenute le presentazioni ufficiali della nuova dirigenza biancorossa: è così che il Varese si appresta a vivere da protagonista la prossima stagione in serie D. Primo acquisto fra tutti mister Salvatore Iacolino, lo specialista di questa categoria:
  • Il Mastino della BPM Sport Management Valentino Gallo ha quasi sconfitto il Morbillo: a breve il ritorno a casa

    Negli scorsi giorni l’atleta della Pallanuoto BPM Sport Management Valentino Gallo, durante il ritiro con la Nazionale Italiana in preparazione ai Mondiali di pallanuoto in corso di svolgimento a Budapest in Ungheria, era stato colpito dal Morbillo una malattia infettiva che aveva messo k.o.