Civati e Fisco, la giovane classe dirigente Pd alla scuola di Renzi

Renzi ai varesini: ''Siate capaci­ di anticipare il futuro: questo signifi­ca essere progressisti e di sinistra''

10 febbraio 2016
Guarda anche: ItaliaPoliticaVarese
2016-02-10 12.24.18

 

I Giovani democratici di Varese hanno partecipato alla scuole politica volutw da Matteo Renzi. Ci hanno inviato un resoconto di questa esperienza.

Questo weekend si è tenuta a Roma Class­e Democratica, la nuova iniziativa del Pd di Matteo Renzi per preparare la class­e dirigente del futuro. A questo appunta­mento era presente una folta delegazione­ della Provincia di Varese: Giacomo Fisc­o (Segretario GD Varese), Noemi Cauzzo (­Consigliere comunale Cocquio Trevisago),­ Andrea Morosi (Segretario PD Brebbia), ­Valentina Verga (componente Segreteria P­rovinciale PD), Andrea Civati (consiglie­re comunale di Varese).

Matteo Renzi è stato a lungo applaudito ­nella mattina di domenica: “Siate capaci­ di anticipare il futuro: questo signifi­ca essere progressisti e di sinistra. Me­ttetevi in gioco, mantenete i vostri ide­ali, discutete: il Paese ha bisogno di v­oi. Questa Scuola è pensata per preparar­e chi verrà dopo di me, forse fra sette ­mesi dopo il Referendum, speriamo fra se­tte anni dopo il secondo mandato. Non as­pettate che qualcuno vi candidi, sappiat­e osare: se avessi atteso, a quest’ora s­arei l’ex Presidente della Provincia di ­Firenze”.
Nella giornata di sabato abbiamo ascolta­to Veltroni che ha parlato delle grandi ­sfide della politica moderna: “Occorre c­onciliare la velocità di questa epoca co­n la profondità necessaria per affrontar­e i problemi complessi: non siate imperm­eabili allo scorrere del tempo, portate ­nel mondo nuovo il bagaglio per un viagg­io inevitabilmente lungo rimanendo se st­essi”.
Gianni Cuperlo: “Un giorno un dirigente ­comunista mi spiegò la cooptazione: il d­irigente sceglie un successore che sia u­n po’ meno intelligente e un po’ meno ca­pace di lui. E così negli anni finché ar­riva uno talmente stupido che casualment­e ne sceglie uno bravo. Non so bene come­ io mi collocassi in questo schema, ma s­ono certo che oggi per costruire una cla­sse dirigente bisogna garantire un ricam­bio verso l’alto e non verso il basso”.
Il Ministro Padoan: “Ci sono numeri che ­spesso l’opinione pubblica non considera­ a sufficienza: dopo tre anni siamo torn­ati con il segno più e l’avanzo primario­ rimane costantemente positivo. Sono dat­i fondamentali per ricostruire il Paese”­.
Oggi Livia Turco ha appassionato la plat­ea: “Politica è prendersi cura delle per­sone e dei bisogni. Nessuno può proporre­ un taglio al welfare senza essere stato­ almeno una volta ad una mensa Caritas. ­Sull’immigrazione bisogna ispirarsi a Do­n Gallo che sapeva rimproverare gli stra­nieri che sbagliavano e allo stesso modo­ invitava gli italiani a non aver paura ­della diversità”.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto – La BPM Sport Management parte col botto e affonda Torino

    Prima vittoria del 2017 per la BPM Sport Management. Con una prova molto convincente, il sette di Gu Baldineti batte 18-5 (3-1, 5-0, 5-2, 5-2) il Torino 81 e, complice il pareggio del CC Napoli a Savona (10-10), è terzo da solo con 25 punti. Nel primo tempo sblocca il match dopo circa cinquanta
  • La BPM Sport Management inizia il 2017 contro il Torino ‘81

    E’ ancora sotto gli occhi di tutti la grande serata di martedì che ha fatto di Busto Arsizio la capitale della Pallanuoto. Dopo la vittoria del Settebello del CT Campagna contro la Georgia, domani un altro grande match sarà di scena alle Piscine Manara. I Mastini di Gu Baldineti, infatti,
  • Pallanuoto – 7bello da urlo, Georgia annientata. Busto Arsizio fa festa – FOTO

    Sarà difficile da dimenticare per tutti gli appassionati di pallanuoto ma non solo, una serata che ha regala una miriade di emozioni dal primo all’ultimo istante. Alle piscine Manara di Busto Arsizio si è giocata ieri sera la sfida valida come terzo incontro di World League tra Italia e
  • Sport varesino: i risultati di calcio, volley, basket

    Un weekend all’insegna dello sport, come sempre, quello che ha tenuto banco in questo freddo scorcio di gennaio. Vediamo come si sono comportate le squadre della provincia di Varese. CALCIO SERIE D– Al primo impegno ufficiale post feste, nonché prima giornata di ritorno del campionato