Camera di Commercio: dipendenti preoccupati dal riordino

La RSU ritiene deleteri i tagli previsti

05 febbraio 2016
Guarda anche: EconomiaLavoro
camera di commercio fontana

La Camera di Commercio di Varese e la sua Azienda speciale Promovarese da sempre sono in prima linea nel sostenere, tutelare e promuovere lo sviluppo del territorio varesino e delle sue imprese.
Tutto ciò oggi viene messo in discussione dal decreto di riordino del sistema camerale che prevede di cancellare gran parte delle funzioni svolte a favore delle imprese:
– niente più contributi, agevolazioni e finanziamenti alle imprese
– niente più promozione dell’internazionalizzazione e servizi di assistenza all’export
– niente più sostegno all’innovazione e alle start-up
– niente più servizio di marchi e brevetti
– niente più formazione per imprese, professionisti e consumatori
– niente più servizi di conciliazione e camere arbitrali
– niente più dati e analisi per capire l’economia del territorio e anticiparne i trend
– niente più attività fieristiche e congressuali
oltre alla conferma del dimezzamento del diritto annuale (la principale fonte di entrata), la riduzione a 60 enti camerali in tutto il territorio nazionale e il taglio del personale del 15% (se accorpato 25%).
Rispetto ai circa 7.000 dipendenti attuali delle Camere di Commercio (che supportano tutte le imprese del territorio nazionale), l’esubero del personale sarebbe di quasi un migliaio di persone.
Considerando poi il sistema camerale allargato (Aziende speciali e società consortili e non), le persone coinvolte aumentano ad oltre 12.000: ciò significa che circa 3.000 persone potrebbero essere messe in mobilità o perdere il proprio posto di lavoro.
Sul territorio varesino sono un centinaio, tra Camera di Commercio e Promovarese, i lavoratori che garantiscono quotidianamente un servizio professionale alle 88mila imprese varesine, la maggior parte piccole e medie.
Dove si rivolgeranno queste imprese in futuro? A quanti soggetti diversi?
I lavoratori dell’intero sistema camerale, esprimendo preoccupazione per il proprio destino lavorativo, manifestano la propria indignazione in merito allo spreco di competenze e capacità operative, oltre che per l’ulteriore pesante aggravio di costi a carico delle imprese.
Chiedono quindi che si alzi l’attenzione sul ruolo pubblico delle Camere di Commercio e delle loro Aziende speciali, ruolo che fino ad ora è stato svolto in perfetta sintonia con tutti gli altri attori del territorio, e sui suoi dipendenti ai quali è da sempre stata riconosciuta una alta professionalità.
Verranno organizzate a breve iniziative al fine di far conoscere ai cittadini l’importanza economica, sociale e strategica per il territorio della Camera di Commercio e della sua Azienda speciale Promovarese.
RSU dipendenti Camera di Commercio di Varese

Tag:

Leggi anche:

  • Lunedì 28 agosto il raduno della Pallanuoto BPM Sport Management

    È in programma per lunedì 28 agosto il raduno ufficiale della Pallanuoto BPM Sport Management che, alle ore 10.30, si ritroverà alle Piscine Manara di Busto Arsizio per il primo allenamento stagionale (aperto ai media e al pubblico) agli ordini di mister Marco Baldineti. In questa prima fase di
  • Pallanuoto BPM Sport Management padrona di casa nel gruppo B

    Sono stati sorteggiati oggi a Novi Sad, in Serbia, i due gironi che andranno a comporre il primo turno dell’Euro Cup 2017/2018, manifestazione che vedrà impegnata anche la BPM Sport Management. Sarà proprio la formazione bustocca a ospitare dal 29 settembre all’1 ottobre, alle Piscine
  • La nazionale italiana di deltaplano vince il suo nono titolo mondiale e quinto consecutivo

    Il nuovo campione del mondo è Petr Benes, pilota della Repubblica Ceca che raccoglie il testimone dal nostro Alessandro Ploner e solo nel corso dell’ultima giornata. Infatti, Ploner ha quasi ininterrottamente tenuto la testa della graduatoria nei nove giorni di gara e il divario tra i due
  • Torna la Coppa del Mondo di Sci d’erba a Santa Caterina Valfurva

    L’adrenalina torna a salire a Santa Caterina Valfurva che, dopo le vincenti competizioni internazionali di sci alpino e sci nordico, si dimostra, ancora una volta, unica nello scenario sciistico mondiale, in estate e non solo in inverno. Infatti, dopo il grande successo della scorsa estate,