Cambiare nome all’Istituto Daverio? I varesini insorgono: “Non si tocca il nostro eroe”

La presidenza della scuola superiore lancia un concorso tra gli studenti per trovare un nuovo nome. Dura la reazione di Barion e dei garibaldini: ''Ci appelleremo a sindaco e prefetto''

15 dicembre 2015
Guarda anche: Varese
11006471_10153288940968361_6175168354953459005_n

Cancellare la storia. Togliendo a uno storico istituto varesino il nome del personaggio cui è dedicato.

Questo viene da pensare di fronte all’iniziativa della direzione scolastica dell’Istituto Daverio di Varese. La cui preside, Nicoletta Pizzato, ha indetto un concorso tra gli studenti per trovare un nuovo personaggio al quale intitolare la scuola.

I ragazzi avranno tempo fino alla fine dell’anno per avanzare le proprie proposte e presentarle in segreteria.

Ma l’idea non va giù a molti varesini. Già, perché Francesco Daverio, oltre ad avere dato il nome al più antico istituto di istruzione superiore della Città Giardino, è un simbolo del Risorgimento.

A levare gli scudi sono innanzitutto gli esponenti dell’associazione “Varese per l’Italia 26 Maggio 1859”, guidata da Luigi Barion.

Daverio

“È una proposta assurda – commenta Barion – non capisco da cosa possa nascere. È la scuola più antica di Varese, e Francesco Daverio è uno degli eroi caduti a difesa della Repubblica romana. Tant’è vero che quando, con la nostra delegazione, ci siamo recati a Roma al Gianicolo, per celebrare i caduti varesini per il Risorgimento, abbiamo portato con noi due studenti dell’Istituto Daverio, scelti tra i più meritevoli”. E venne poi apposta una targa fuori dall’istituto.

Insomma, appare un tentativo maldestro di cancellare la storia. E l’associazione prepara le contromosse.

Sabato mattina, in Comune, è stata convocata una conferenza stampa di “Varese per l’Italia”, dove i “garibaldini” varesini (come sono soprannominati) lanceranno un appello “al sindaco, al prefetto e, se necessario, anche a livelli istituzionali più alti. Interverranno storici e docenti universitari che spiegheranno il ruolo e l’importanza della figura storica di Daverio”.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto – La BPM Sport Management espugna Torino con una grande prestazione

    La terzultima giornata della regular season del Campionato di A1 non riserva sorprese per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti batte in trasferta il Torino ’81 per 19-9 (3-2, 5-3, 7-0, 4-4) e grazie ad un’ottima prestazione continua la preparazione alla Final Six, in programma tra
  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo
  • Pallanuoto, 24ª giornata: la BPM Sport Management nella tana del Torino ‘81

    Torna il campionato di Serie A1. Ad un mese dalle Final Six di Torino, la BPM Sport Management domani sarà proprio nel capoluogo piemontese per sfidare il sette di coach Aversa. Una sfida in cui i Mastini sono i favoriti sulla carta, ma che non dovranno assolutamente sottovalutare in quanto il