Buco di bilancio in Provincia, il Pd di Tradate: “La gestione leghista era incompetente ed incapace”

Il Partio democratico sostiene il sindaco di Tradate e consigliere provinciale Laura Cavalotti, incaricata di gestire il bilancio di Villa Recalcati. Il presidente Vincenzi in questi giorni ha ''denunciato'' il rischio default dell'ente

26 marzo 2015
Guarda anche: PoliticaTradateVarese Città
Tradate 3

“Il Partito Democratico di Tradate esprime il massimo sostengo e un profondo apprezzamento per il lavoro che sta svolgendo il sindaco Laura Cavalotti nel ruolo di consigliere incaricato al Bilancio in Provincia di Varese”.

I democratici si schierano con Cavalotti, che in questi giorni, insieme al presidente Gunnar Vincenzi, ha sottolineato i problemi economici dell’ente.

“Dopo un’attenta analisi, frutto del lavoro meticoloso e preciso del Consigliere Cavalotti – spiegano dal Pd – si è scoperto un buco di bilancio di oltre 50.000.000 di euro che mette la Provincia di Varese in serie difficoltà e a rischio di default. La precedente amministrazione leghista targata Dario Galli ha sempre parlato di ente “virtuoso” ed invece, ancora una volta, si dimostra chiaramente la totale incompetenza ed incapacità amministrativa della Lega Nord e dei suoi rappresentanti.
Gli attacchi del senatore Candiani che il nostro sindaco Laura Cavalotti ha subito sono indegni e chiaro segnale dell’incapacità di rispondere ad accuse fondate, nonché sintomo della profonda preoccupazione che aleggia negli ambienti leghisti cittadini e provinciali.
Come a Tradate, dunque, anche in Provincia di Varese la competenza e l’onestà di Laura Cavalotti vengono messi al servizio dei cittadini e delle istituzioni e per questo motivo il Partito Democratico di Tradate esprime la sua gratitudine al Sindaco e Consigliere Provinciale“.

Sulla questione interviene anche il segretario provinciale del Pd Samuelae Astuti: “Non capisco a quale vendetta si riferisca il senatore Candiani. Stiamo alla realtà e al vero problema, ovvero che l’ultima gestione dell’Ente Provincia a targa Lega Nord ha lasciato Villa Recalcati in una pesante situazione debitoria. Forse è bene che i responsabili del rosso creato in Provincia inizino a fare un bagno di umiltà e mettere sul tavolo proposte utili a far uscire l’Ente dal pantano in cui l’hanno infilato”.

Tag:

Leggi anche: