Polizia locale: i dati 2019. Più controllo del territorio, calano le sanzioni

In occasione di San Sebastiano, patrono della Polizia locale, il dati sulle attività degli agenti in città

17 Gennaio 2020
Guarda anche: AttualitàComune di VareseVarese Città

Oltre diciottomila ore in servizio in città e in particolare nei quartieri a tutela della sicurezza: questo uno dei dati sulla attività della Polizia locale di Varese diffusi in occasione della prossima festa di San Sebastiano patrono delle divise blu comunali, che si svolgerà domenica 19 gennaio nel quartiere di Bregazzana. Come ogni anno infatti la festa è anche il momento per fare il punto sulle azioni svolte dagli agenti della Municipale nell’anno appena concluso. A spiccare sono quindi le oltre 18 mila ore di servizio svolte nel 2019 dai vigili in città e nei quartieri di Varese. Un dato che ha visto un netto incremento negli ultimi due anni, con un più 40% rispetto al 2017. Un’azione volta ad aumentare in primo luogo la percezione di sicurezza dei cittadini. Il 2019 poi ha visto un potenziamento ulteriore della sinergia tra Polizia locale e Questura con lo svolgimento di azioni mirate e congiunte tra le diverse forze per aumentare il presidio in diverse zone della città. A questo si aggiungono i programmi per il controllo di vicinato: l’anno scorso ne sono stati attivati 2 nei quartieri di San fermo e Bobbiate, altri 4 partiranno a Sant’Ambrogio, Bregazzana, Bizzozero e a Biumo.

A questo si aggiungono poi le ore di presidio di fronte alle nostre scuole che solo nel 2019 sono state oltre 2000 e il controllo per la sicurezza stradale agli incroci più pericolosi per un totale di 3500 ore. In merito alla sicurezza urbana nel 2019 gli agenti della Polizia locale sono stati impegnanti in oltre 60 interventi, hanno accertato 9 Daspo e contestato 25 sanzioni: un numero in calo rispetto all’anno scorso segno anche di una diminuzione degli illeciti.

«In questi anni abbiamo aumentato notevolmente le ore di attività che la Polizia locale svolge ogni giorno al fianco dei cittadini – spiega il vicesindaco Daniele Zanzi – Per questo, il nostro ringraziamento va a tutti gli agenti che sono impegnati nel garantire la sicurezza dei varesini. Un grande lavoro che negli anni ha visto il potenziamento sotto diversi ambiti e che sta dando i suoi frutti».

Anche la formazione professionale è un ulteriore elemento su cui si sta puntando. Nei prossimi giorni infatti la Polizia locale di Varese sarà anche impegnata in un corso con la Croce Rossa per l’utilizzo dei defibrillatori.

Capitolo importante poi, è quello che racconta il grande lavoro svolto per la sicurezza stradale e l’incolumità dei cittadini: pedoni, ciclisti e automobilisti. Nel 2019 i posti di controllo di polizia stradale sono stati 290, per un totale di oltre 15200 veicoli controllati. Oltre 2300 le ore che hanno visto impegnati gli agenti per la sicurezza stradale, con un aumento rispetto al 2018. Durante questi presidi sono stati svolti 85 controlli con etilometro. Sono stati rilevati 586 incidenti stradali, numero sostanzialmente in linea con il 2018.

Il 2019 vede anche un grosso impegno sul fronte dei controlli ma un calo del 15% delle sanzioni effettuate: diecimila in meno rispetto al 2018, si passa dalle 67 mila di due anni fa alle 57 mila del 2019.

In calo invece, ma ancora troppi, i casi di automobilisti che non rispettano i limiti di velocità, il semaforo rosso e guidano in stato di ebbrezza o facendo uso del telefonino. Rispetto al 2018 diminuiscono lievemente le multe combinate agli automobilisti irresponsabili che hanno “bruciato” i semafori, attraversando l’incrocio con il rosso: 5337 nel 2019. Crescono invece (3445 nel 2019) le sanzioni per chi ha varcato senza autorizzazione la ZTL del centro storico di Varese. Per l’uso del telefono alla guida invece sono state elevate 165 sanzioni.

Nel 2019 si aggiungono poi le sanzioni per la mancata revisione del veicolo: 616, in calo rispetto all’anno scorso, le 19 contravvenzioni per guida senza patente, anche in questo caso numero in lieve calo. Ci sono poi da segnalare le ancora troppe violazioni dei limiti di velocità sulle strade cittadine che hanno portato a 271 sanzioni con una lieve diminuzione però rispetto al 2018. Le sanzioni per chi è stato trovato alla guida in stato di ebbrezza sono state 67, mentre le multe per la mancanza di copertura assicurativa del veicolo sono state 112 .

«I nostri obiettivi – spiega il comandante Matteo Ferrario – sicurezza urbana e sicurezza stradale, sono precisi e semplici, ma al tempo stesso importanti perchè tesi ad incrementare la percezione di sicurezza che la città chiede e per la quale siamo pronti ad investire in nuove risorse umane, nuove risorse tecnologiche e nuovi metodi organizzativi del servizio, senza mai smarrire la piena consapevolezza della nostra storica funzione nell’ambito della vita della nostra città».

Tag:

Leggi anche:

  • I Militari arrivano a Varese

    Dalla mattinata di lunedì 23 marzo per le strade di Varese arrivano i militari. Come stabilito la scorsa settimana, e disposto dalla Prefettura di Varese, in città affiancano le forze dell’ordine nei servizi di controllo connessi all’osservanza delle misure urgenti adottate per il
  • Chiusura attività produttive non essenziali o strategiche

    Non abbiamo alternative, in questo momento dobbiamo tutelare noi stessi e le persone che amiamo. Per questo il Governo ha deciso di compiere un altro passo: chiudere sull’intero territorio nazionale ogni attività produttiva che non sia strettamente necessaria, cruciale, indispensabile a
  • Spesa a domicilio per gli anziani soli: in un settimana 133 richieste

    Oltre cento ordini in una settimana, per la precisione 133. Con oltre 90 consegne già effettuate. Sono i numeri del servizio di spesa a domicilio attivato dal Comune e dalla Protezione civile varesina per fronteggiare l’emergenza coronavirus. “In questo momento – afferma il coordinatore
  • Per la spesa in campo anche le parrocchie

    Si moltiplicano a Varese, in questi giorni di emergenza, le iniziative di supporto agli anziani e alle fasce più deboli della popolazione. Da lunedì 23 marzo scendono in campo anche le parrocchie della comunità pastorale “Beato Samuele Marzorati”: a Biumo Superiore, Biumo Inferiore,