Autolinee Varesine collabora con i Carabinieri per una maggiore sicurezza

Da oggi controlli anche sulle linee extraurbane

05 Novembre 2019
Guarda anche: Trasporti Strade Autostrade

Sempre più efficace la strategica collaborazione tra Autolinee Varesine e le forze dell’ordine, anche sulle linee extraurbane che attraversano dunque svariate località del Varesotto.

Nella mattinata del 5 novembre, infatti, il personale di verifica dell’azienda ha organizzato un meticoloso controllo per ciascuno dei dieci autobus in arrivo alle scuole superiori di Bisuschio, tra le 7.30 e le 8 del mattino: una problematica riscontrata sul primo pullman (ovvero una ragazza che, sprovvista del titolo di viaggio, si rifiutava di fornire le generalità ai verificatori) ha comportato l’immediato e rapido intervento dei Carabinieri della stazione di Arcisate, che hanno dunque completato l’identificazione del passeggero essenziale ai fini del verbale e della conseguente sanzione. Le pattuglie dell’Arma si sono poi trattenute con i verificatori di Autolinee Varesine, affiancandoli nel controllo dei passeggeri di tutti i successivi bus in arrivo al plesso scolastico di via Roma. Nel corso di quest’operazione, non è stato registrato nulla di penalmente rilevante, ma la presenza delle Forze dell’Ordine ha fortemente contribuito ad agevolare il lavoro del personale dell’azienda, prevenendo qualsiasi situazione potenzialmente critica che si registra talvolta in questi casi (dalle offese verbali al rifiuto di esibire i documenti di identità).

Nel complesso, sono stati erogati circa 25 verbali di accertamento per titolo di viaggio assente o non valido: una cifra certamente non elevata a fronte delle centinaia di passeggeri discesi al plesso scolastico della Valceresio, a conferma di come la stragrande maggioranza degli utenti sia di per sé comunque in regola, mentre per i pochi “furbetti” è e sarà sempre più complicato riuscire in questo genere di evasione. Questo perché le operazioni di controlleria saranno sempre più intense nelle prossime settimane, su tutta la rete extraurbana gestita dall’azienda così come sulle linee urbane di Varese, dove peraltro è in essere da ormai qualche anno una preziosissima collaborazione con la Polizia Locale del capoluogo che ha senz’altro innalzato il livello di sicurezza a bordo, oltre ad aver affievolito il fenomeno dell’evasione tariffaria.

In modo del tutto simile a quanto avvenuto quest’oggi a Bisuschio, settimana scorsa il personale di Autolinee Varesine aveva richiesto l’intervento dei Carabinieri – per situazioni pressoché identiche – al di fuori dei plessi scolastici di Tradate e Sesto Calende: anche in tal caso, la prontezza dei locali comandi dell’Arma ha permesso di sviluppare un’immediata e validissima sinergia che ha prevenuto qualsiasi episodio spiacevole nei confronti dei verificatori.

Nel ringraziare i Carabinieri per la tempestività di questi interventi, l’auspicio dell’azienda è quello di proseguire sulla strada di questa collaborazione, aumentando la presenza delle Forze dell’Ordine a bordo degli autobus extraurbani su orari e percorsi sempre diversi, così da ottenere il duplice obiettivo poc’anzi citato: il miglioramento della percezione di sicurezza per passeggeri e personale da un lato, l’azzeramento dell’evasione tariffaria dall’altro.

Tag:

Leggi anche:

  • Sicurezza, salgono gli incidenti nel Varesotto

    Quasi millequattrocento interventi del soccorso medico nel Varesotto in una settimana, buona parte dei quali nell’ultimo weekend. In tre giorni si sono infatti registrate oltre 600 uscite sulle complessive 1375. Numeri da “fase 2”, dopo settimane in cui, a causa del lockdown, il ricorso al
  • Sacro Monte, lavori per una funicolare più inclusiva

    La ripartenza di Varese passa anche dal Sacro Monte. Il patrimonio Unesco sarà presto ancor più alla portata di tutti: in questi giorni, infatti, sono in corso alcuni lavori di ammodernamento della funicolare, con la sostituzione dei tre sollevatori per le carrozzine dei passeggeri
  • Lamorgese: Fase 2, rimaniamo vigili e responsabili, non siamo fuori dall’emergenza Covid-19

    «Proteggerci e proteggere gli altri dal contagio». È l’appello al senso di responsabilità dei cittadini che il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese lancia oggi dalle pagine del quotidiano La Stampa, nel giorno della “ripartenza”, la cosiddetta Fase 2, il momento
  • Stop al Lockdown: sui mezzi pubblici il 25% dei passeggeri

    “Da una prima analisi dei dati dei treni di lunedì 4 maggio mattina, primo giorno della fase 2 del coronavirus, possiamo dire che per il sistema regionale del trasporto ferroviario non si sono verificati particolari disagi. La media dei viaggiatori è del 25% rispetto alla media di un