Aspem: “Attenzione ai falsi addetti”

Segnalazioni da Masnago su persone che si spacciano per dipendenti dell'azienda

26 agosto 2016
Guarda anche: Varese Città
Truffe

Ciclicamente giungono in ASPEM segnalazioni che persone si spacciano per addetti aziendali del settore acquedotto o gas. Ci è giunta la segnalazione che in zona Masnago questa settimana in via Sorrisole due persone hanno invitato abitanti della zona a non bere l’acqua perché inquinata.

Non si dispone di maggiori informazioni ma si coglie l’occasione per raccomandare a tutti i clienti di prestare sempre molta attenzione nei confronti di chi si presenta a nome di ASPEM.

L’azienda comunica che il proprio personale non sta svolgendo alcuna verifica impiantistica o su bollette presso il domicilio dei Clienti e ricorda che mai richiede documenti o riscuote denaro a domicilio. In caso di interventi programmati o richiesti, il personale aziendale si presenta con mezzi, vestiario e tesserino identificativo, tutti riportanti il logo di ASPEM.

Non si segnalano casi di acqua non conforme a Varese né negli altri Comuni serviti. Il ripetersi di queste segnalazioni conferma la mala fede delle persone che si spacciano per addetti di ASPEM e si invitano quindi tutti i Clienti a prestare la massima attenzione nell’accogliere in casa sconosciuti e a contattare le autorità di pubblica sicurezza.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Aspem: operatività ridotta per gli sportelli dell’igiene ambientale

    Gli uffici potranno accogliere le richieste che necessitino della sola consultazione dell’archivio informatico e fornire informazioni generiche. Ci scusiamo per i disagi arrecati.
  • Varese: ko l’isola ecologica di piazza Marsala

    I clienti sono invitati a recarsi presso le altre isole ecologiche interrate del centro di Varese. Aspem si scusa per i disagi arrecati. Le altre isole ecologiche si trovano: ·         Largo Resistenza ·         piazza Monte Grappa (davanti alla Camera di
  • Varese, distribuzione dei sacchi per i rifiuti: tutti in coda per la prima giornata

    Sacchi neri, gialli e grigi vengono infatti distribuiti in questi giorni e non saranno più consegnati a domicilio, nelle giornate raccolta, a partire dal gennaio 2016: una novità importante quella introdotta da Aspem, che mira ad evitare qualunque spreco e ad impedire che qualcuno, soprattutto
  • Aspem: importanti novità dal primo gennaio

    La prima novità riguarda la consegna dei sacchi per la raccolta dei rifiuti: dal 1° gennaio 2016 non verranno più lasciati presso il punto di raccolta di ciascuna unità abitativa i sacchi vuoti in sostituzione di quelli pieni raccolti. I sacchi da utilizzare nel 2016 per il rifiuto