Aggressioni di Colonia, Aimetti (Pd): “Chi non rispetta i nostri valori va subito espulso”

Il sindaco di Comerio ha fatto una presa di posizione coraggiosa e giusta

10 gennaio 2016
Guarda anche: PoliticaVarese
Silvioaimetti

L’accoglienza è sacrosanta, ma a patto che chi viene accolto rispetti i valori della nazione ospitante. Su questo punto non si transige.

E lo dice a chiare lettere Silvio Aimetti, sindaco di Comerio, esponente del Partito democratico. Con un post su Facebook ha preso posizione sui fatti di Colonia in maniera ferma e intelligente.

“Quanto accaduto a Colonia ed in altre città tedesche è molto grave – scrive Aimetti – è importante che chi non rispetta i nostri valori, il rispetto per le donne è uno di questi, sia espulso e rimandato nel proprio Paese d’origine”.

Parole chiare, che vanno oltre qualsiasi tipo di strumentalizzazione e di eccesso, da una e dall’altra parte. Innanzitutto ha centrato bene il punto della questione, che molti hanno messo in secondo piano: le vittime sono le donne, le aggressioni sono un segnale d’allarme che evidenzia come il rispetto della donna sia un valore che va difeso perché la strada per una perfetta parità di genere è ancora molto lunga.

Quindi, ha detto quello che molti avevano paura di dire: che non si possono giustificare simili comportamenti e vanno prese tutte le misure per contrastarli.

Sembrerebbero cose banali, scontate. Purtroppo, in Italia, non sempre è così.

Tag:

Leggi anche: