Vittoria per la Pallanuoto Banco BPM Sport Management contro il Bogliasco Bene

La Pallanuoto Banco BPM Sport Management suona la nona sinfonia e batte 17-4 anche il Bogliasco Bene confermandosi ahile

13 gennaio 2018
Guarda anche: Busto ArsizioSport

Suona la nona sinfonia della Pallanuoto Banco BPM Sport Management, con i Mastini che firmano il nono successo consecutivo in campionato grazie al 17-4 rifilato ai liguri del Bogliasco Bene, un risultato che permette ai padroni di casa di mantenersi al secondo posto in classifica generale. Decisivo un terzo parziale a senso unico in cui il sette di casa fa il vuoto grazie a un break di 7-0 che smonta gli ospiti.

Prima del via la partita si ferma per un minuto di silenzio in memoria dell’ex sincronetta della Sport Management Aurora Etter scomparsa negli scorsi giorni. La gara poi parte subito con il gol dei padroni di casa, con la rete dell’1-0 che porta la firma dell’azzurro Pietro Figlioli. Il raddoppio arriva su rigore, con Valentino Gallo che trasforma la massima punizione infilando alla destra del portiere ospite Di Donna. Il gol dell’ex Sadovyy dimezza lo scarto degli ospiti (2-1), poi Nicosia (in porta per i Mastini al posto di Lazovic) nega in due occasioni il pari agli ospiti prima della rete (con l’uomo in più) firmata ancora da Valentino Gallo che infila il 3-1. Il quarto gol dei Mastini (ancora in superiorità) è griffato da Edoardo Di Somma poi è ancora il superlativo portiere di casa Gianmarco Nicosia a mantenere inviolata la sua porta, a salvare il risultato e a mandare i suoi al riposo lungo avanti 4-1.

In avvio di terzo parziale è ancora l’ex Sadovyy a realizzare (4-2) ma dall’altra parte la risposta è affidata al centroboa Blary che infila il portiere ospite per il +3. Gallo in controfuga serve l’assist a Luongo per il 6-2, Di Somma lo imita poi è ancora il capitano dei padroni di casa a realizzare l’8-2. Figlioli in controfuga infila ancora il portiere ligure poi anche Petkovic festeggia il suo compleanno iscrivendosi tra i marcator della partita e lo stesso fa Mirarchi un attimo più tardi per l’11-2 d fine terzo tempo. Il break dei padroni di casa è inarrestabile e l’11-0 dei Mastini a cavallo tra terza e quarta frazione annienta le speranze ospiti.

La prossima sfida della Pallanuoto Banco BPM Sport Management è in programma sabato prossimo nel match esterno a Savona. Mercoledì 17 gennaio intanto, alle ore 18.30, sarà presentata alle Piscine Manara di Busto Arsizio (VA) la nuova avventura stagionale della Busto Renault Paglini Pallanuoto (società satellite di Sport Management) che quest’anno prenderà parte al campionato di serie B maschile.

Tag:

Leggi anche:

  • La Pallanuoto Banco BPM Sport Management sfida il CN Marsiglia

    È tutto pronto per la partita d’andata della semifinale di Len Euro Cup che domani alle ore 20.00 vedrà la Pallanuoto Banco BPM Sport Management ospite nella vasca dei francesi del CN Marsiglia. Non sarà una sfida facile per il sette di mister Marco Baldineti che andrà ad affrontare la
  • Due italiani sul podio della Coppa del Mondo di parapendio

    Il pilota Nicola Donini si è classificato secondo alla finale mondiale disputata a Roldanillo in Colombia e vinta dallo svizzero Michael Siegel. Il successo italiano è consolidato dal terzo posto di Joachim Oberhauser di Termeno (Bolzano). Eccellenti le prestazioni di Donini, ventiduenne di
  • Il Canottaggio mondiale ritorna a Varese con la Coppa del Mondo 2020

    Il Direttore Esecutivo della FISA Matt Smith ha informato il Presidente Federale Giuseppe Abbagnale che il Consiglio FISA, la Federazione Internazionale del canottaggio, riunitosi a Londra lo scorso week-end, ha assegnato a Varese la 2^ Coppa del Mondo in programma dal 1° al 3 Maggio 2020. Sempre
  • Pallanuoto Banco BPM Sport Management in trasferta contro la Rari Nantes Savona

    Tornerà in acqua sabato 20 gennaio alle ore 18.00 la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che chiuderà il girone d’andata del campionato di serie A1 maschile con la sfida sul campo della Rari Nantes Savona. Una partita da prendere con le dovute cautele, perché dall’altra parte la formazione