Velocità Adsl in aumento a Varese

La provincia dei Sette Laghi fa registrare l'incremento maggiore a livello regionale

01 settembre 2015
Guarda anche: EconomiaLavoroVarese Città
adsl

A quanto viaggia l’ADSL in Lombardia? A rivelarlo un’indagine di SosTariffe.it che ha stimato la reale velocità delle connessioni attive nella regione e nelle principali città. Il risultato dimostra che dal 2014 la velocità dell’ADSL in Lombardia è aumentata dell’11%. La provincia che registra l’incremento di velocità maggiore è Varese (+20,6%), mentre Brescia è il comune lombardo dove la velocità è aumentata di più (+41,7%). Le diminuzioni più alte si registrano nella provincia di Lodi (-16,5%) e nel comune di Cremona (-17,2%). Monza e Bergamo le città più coperte dalla banda ultralarga (rispettivamente 96,7% e 93,6%).
Quanto può cambiare la velocità dell’ADSL in un determinato territorio in un anno? A rispondere, per quanto riguarda la Lombardia, è l’ultima analisi di SosTariffe.it che ha stimato la velocità media in download delle connessioni attive a livello regionale e comunale, confrontando le informazioni rilevate nel 2014 con quelle di quest’anno.
Le prime evidenze dimostrano che, contrariamente a quanto si possa pensare e nonostante rimanga tra le città e province più celeri d’Italia, non è Milano l’area dove si registrano gli aumenti maggiori di velocità delle connessioni Internet.
Grazie a dati Infratel Italia sono state calcolate, inoltre, le coperture per la banda larga e ultralarga in tutte le città, ovvero la percentuale di popolazione raggiungibile da una velocità di download compresa tra 2 e 20 Mb/s (banda larga) e 30 Mb/s (banda ultralarga).
Sapere a quanto “viaggia” effettivamente la propria connessione è un dato molto importante, soprattutto quando si sceglie una nuova tariffa ADSL, in quanto non in tutte le realtà territoriali è possibile raggiungere le velocità nominali pubblicizzate dai provider.
I dati dello studio condotto da SosTariffe.it, per quanto riguarda la velocità media delle connessioni in Lombardia, sono riassunti nella seguente tabella:
L’osservatorio di SosTariffe.it dimostra che a livello regionale la velocità dell’ADSL in Lombardia, nel 2015, ha avuto un discreto incremento: il dato medio è oggi di 7,18 Mb/s, aumentata dell’11% dal 2014.
A livello provinciale è a Varese che si riscontra il maggiore incremento di velocità sul 2014. In quest’area grazie agli utenti che hanno usato lo speed test di SosTariffe.it si è registrato un aumento del 20,6%. Quasi tutte le provincie lombarde hanno riscontrato aumenti: le percentuali vanno dal 7,5% di Bergamo al 15,8% di Milano. Le uniche tre province dove le connessioni sono mediamente più lente sono: Como (-0,7%), Cremona (-3%) e quella che è la provincia con il maggior calo di velocità ovvero Lodi (-16,5%).
I dati sembrano riflettersi anche a livello comunale. Brescia è il comune dove l’ADSL è aumentata maggiormente: qui le connessioni sono più veloci mediamente del 41,7%. In quasi tutti i comuni analizzati l’ADSL è più veloce: gli incrementi nelle altre città, infatti, vanno dallo 0,5% di Mantova al 30,7% di Milano. Anche in questo caso sono tre gli unici comuni che registrano un calo della velocità: Lodi (-2,4%), Lecco (-12,7%) e Cremona che detiene la medaglia nera con la diminuzione maggiore di velocità (-17,2%).
Importante è valutare anche la diffusione delle tecnologie che permettono connessioni a Internet con velocità maggiori. Grazie ai dati riportati da Infratel, SosTariffe.it ha fatto il punto sulla copertura della banda larga (connessioni da 2 a 20 Mb/s) e ultralarga (connessioni a 30 Mb/s) in Lombardia. La situazione è riassunta nella tabella.
La Lombardia è una delle regioni in assoluto più coperte dalla banda larga: tutti i principali comuni lombardi, infatti, hanno una copertura per la banda larga superiore al 99%. Questo significa che quasi tutta la popolazione di questa realtà territoriale è raggiungibile da una tecnologia che permette di navigare tra i 2 e 20 mega, anche se molta strada deve essere ancora compiuta per quanto riguarda la banda ultralarga, in quanto la copertura è ancora molto sporadica. Oltre il 77% della popolazione lombarda è ancora sprovvista di tecnologie che possono far “viaggiare” l’ADSL a velocità superiori ai 30 Mb/s. Monza e Bergamo sono i comuni maggiormente coperti dalla banda ultralarga: rispettivamente il 96,7% e il 93,6% della popolazione ha accesso all’Internet super veloce.
I dati sulla velocità media in Lombardia sono stati estrapolati direttamente dagli utenti di SosTariffe.it che abitano e utilizzano quotidianamente la connessione Internet domestica e hanno effettuato lo speed test che il sito di comparazione offre (http://www.sostariffe.it/adsl/test-velocita/), in grado di rilevare la velocità del proprio collegamento e trovare gli operatori davvero più veloci nella zona.

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio, Europe League – Il Milan si beve lo Shkendjia ed ipoteca i gironi

    Un match senza storia quello che ieri sera ha visto il Milan imporsi sui macedoni dello Shkendija. A San Siro, nel primo atto dei playoff di Europa League finisce addirittura 6 a 0 grazie alle doppiette di Silva e Montolivo a cui si sono aggiunte le reti di Borini ed Antonelli. Se è vero che gli
  • Janus River a Villa Recalcati

    Si terrà domani giovedì 17 agosto a partire dalle ore 10:3= presso l’Ufficio di Presidente di Villa Recalcati la conferenza stampa per accogliere Janus River, il ciclista ottantenne che da 17 anni sta girando il mondo a bordo della sua bicicletta. All’evento saranno presenti il Vicepresidente
  • La Piscina Manara di Busto Arsizio sarà la casa delle giovanili della BPM Sport Management

    La pallanuoto e Busto Arsizio: un legame che diventerà ancora più stretto nella stagione 2017/2018 grazie alla volontà di Sport Management di investire ulteriori risorse in una delle discipline più importanti per l’azienda e che ha nella Piscina Manara il fulcro della sua attività. La
  • Janus River: 
la tappa malnatese
 del giro del mondo ad 80 anni in bicicletta

    Passerà da Malnate Janus River, il ciclista ottentenne che dal 2000 si è proposto di fare il giro del mondo su due ruote, contando su un budget di 3 euro al giorno e la generosità di chi incontra. Classe 1936, la tempra che può avere solo chi nasce in Siberia, 17 anni fa ha iniziato il viaggio