Varese: l’Anpi premia i partigiani e i patrioti

Una sessantina di pergamene distribuite quest'oggi ai ragazzi di settant'anni fa

19 dicembre 2015
Guarda anche: Varese Città
anpivarese1

Ogni anno, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia commemora sia il sacrificio di chi cadde nella guerra di Liberazione, sia chi, combattente di allora, viene a mancare a causa dell’età avanzata. Quest’oggi la sezione provinciale varesina, diretta da Angelo Chiesa e dalla vicepresidente vicaria Ester De Tomasi, ha invece voluto premiare con una semplice pergamena i combattenti, le staffette e i patrioti ancora in vita o deceduti negli ultimi mesi. Un elenco di una sessantina di nomi di varesini che, settant’anni fa, furono protagonisti insieme a molti altri compagni della sanguinosa opposizione alla dittatura nazifascista. Ecco i premiati:

Adelio Borlandelli, Emilio Zanzi, Mario Corti, Carla Locarno, Luigi De Bernardi, Bruno Scampini, Siro DonatI, Angelo Chiesa, Ernani Ferrario, Remo Passera, Luciano Giornazzi, Giovanni BossI, Renato Lamperti, Carlo Giani, Pietro Quirico, Luigi Grossi, Augusto Zucchini, Pietro Somaini, Renato Puliani, Carlo Alini, Gianni Saffaglio, Athos Chiarotto, Vittore Avvenenti, Luigi Civelli, Ida Fovanna, Dino Macchi, Maria Puliani, Enrico Bertè, Antonio Magistris, Sylva Sabbadini. Franco Alberto Ricca, Luigi Tessari, Luigi Besozzi, Antonio Monti, Silvio Casale, Cesare Scampini, Giovanni Guerroni, Leonildo Fumagalli, Antonio Fornasa, Luigi Fumagalli, Franco Alberto Carabelli, Amleto Noce, Amilcare Bortolaso, Elma Marzia, Aderito Marangon, Franco Oliomarino, Ernesto Gris, Edmea Maggiolo, Gianni Scaiola, Ezio Bassani, Carlo Pigni, Rino Benedusi, Gino Pigni, Piero Caraffa, Valter Ferrari, Mario Colombo, Giovanni Galbersanini, Silvestro Sella, Ivonne Trebbi, Aurelio Legnani, Luigi Mangiagalli e Giuseppe Platinetti.

Tag:

Leggi anche:

  • Astuti e De Tomasi contro la sindaca Bertuletti “Parole vergognose”

    Samuele Astuti, sindaco di Malnate e capolista del Partito Democratico alle elezioni Regionali ha così commentato il fatto :“Sono parole vergognose che lasciano increduli. Non é accettabile che una rappresentante delle istituzioni si esprima in questa maniera; la Giornata della Memoria
  • “Angelo Chiesa, testimone di libertà e democrazia. In una parola: partigiano”

    Afferma Astuti “Angelo Chiesa non si è mai risparmiato nel testimoniare la lotta per la libertà e la democrazia contro il regime totalitario fascista: in molte occasioni ho avuto modo di sentirlo – spesso nelle scuole – e le sue parole rappresentavano sempre un monito,
  • Varese: addio ad Angelo Chiesa

    Classe 1927, persona nota e conosciuta in città come nel Varesotto per la sua instancabile opera di divulgazione storica, Chiesa combattè da giovanissimo partigiano all’età di 17 anni: venne arrestato e picchiato dai fascisti, salvo poi continuare la propria azione sino alla Liberazione.
  • L’Anpi offre la pastasciutta in memoria dei fratelli Cervi

    Durante la serata, oltre al servizio cucina e bar, verrà offerta gratuitamente la pastasciutta per ricordare simbolicamente quella offerta dalla famiglia Cervi, alla cittadinanza di Campegine, il 25 luglio 1943, giorno della caduta del regime fascista. Anche l’Anpi di Varese città –