Varese, il pianista Marco Cadario chiude la XXXIV rassegna “Antichi Organi Patrimonio d’Europa”

Nella chiesa dei Santi Ippolito e Cassiano, a Luvinate, ultima concerto del ciclo di concerti che hanno valorizzato il patrimonio del territorio

28 settembre 2014
Guarda anche: Cultura Musica SpettacoloVarese Città
Cadario

Con il concerto di questa sera, 28 settembre alle 21 (ingresso libero) termina la XXXIV rassegna “Antichi Organi Patrimonio d’Europa”, noto ciclo di concerti tenuti con gli organi storici della provincia di Varese.
Sarà Marco Cadario, nella Chiesa dei SS. Ippolito e Cassiano, a porre in rilievo le ottime caratteristiche foniche dell’organo (costruito da Pietro Bernasconi nel 1880 e restaurato dalla Famiglia Mascioni di Azzio nel 2000) attraverso autori che rappresentano il repertorio italiano dal XVII al XIX secolo: Fumagalli, Scarlati Paradisi, Galuppi, Morandi, Padre Davide da Bergamo ed i membri della famiglia Fumagalli.

Allievo al Conservatorio “G. Verdi” di Milano, Marco Cadario a diciannove anni si è diplomato in pianoforte nella classe di Alberto Colombo. Ha seguito Corsi e Seminari Internazionali di Perfezionamento pianistico tenuti da Balzani, Iwasaki, Ciccolini, Ashkenazy e Perticaroli. Si è diplomato in “Fortepiano e pianoforte romantico” presso l’Accademia Pianistica Internazionale di Imola “Incontri col Maestro”, sotto la guida di Fiuzzi, conducendo, nel frattempo, ricerche teorico-pratiche su autori italiani del XIX secolo universalmente conosciuti come compositori di musica per “organo italiano” ed in particolare su Padre Davide da Bergamo.

Come pianista e fortepianista ha collaborato con il soprano Barbara Frittoli, con il trombettista Gabriele Cassone e con le prime parti delle più importanti orchestre del mondo tra cui Fabrizio Meloni (Teatro alla Scala), Massimo La Rosa (The Cleveland Orchestra), Steve Rosse (The Sydney Symphony Orchestra), Joseph Alessi (The New York Philharmonic Orchestra).
Pianista di grande sensibilità e temperamento, si è esibito in numerosi concerti Europa e Stati Uniti, dove, nell’ottobre 2013, per la terza tournée, si è esibito sul grande organo Ruffatti 1971 della St. Mary Cathedral in San Francisco.
Infine, parallelamente all’attività concertistica, si dedica alla ricerca, al restauro e alla collezione di strumenti storici a tastiera altrimenti destinati a scomparire.

Bruno Belli

Tag:

Leggi anche:

  • Lugano in musica per Pasqua

    Da domenica 1 aprile (Pasqua) a giovedì 6 aprile l’Orchestra Mozart – orchestra fondata da Claudio Abbado che affianca grandi solisti e prime parti di orchestre a giovani talenti provenienti da ogni parte del mondo – sarà in residenza a Lugano per ben 4 concerti (due sinfonici e
  • Un febbraio in musica all’Opera Rock Café di Jerago con Orago

    Guida ai live in programma nel music club varesino: il mese di febbraio si aprirà venerdì 2 con l’esibizione dei Blues Drifters e si chiuderà sabato 24 con il concerto del formidabile chitarrista Jean Merech, ma ci sarà spazio anche per tante rock band. Si susseguono senza sosta i concerti
  • Jovanotti a Milano, 10 concerti per il tour 2018

    Niente Stadi per il prossimo anno ma solo palazzetti: in Italia ed Europa da Febbraio a Giugno 2018 saranno 50 i concerti che Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, terrà interpretando i brani inediti contenuti nel suo prossimo lavoro discografico in uscita il 1° dicembre 2017 e alcuni dei suoi
  • Milano San Siro, nel 2018 Ligabue e Cremonini, Pearl Jam e Springsteen

    Non solo artisti nazionali ma anche grandi figure internazionali: San Siro sarà al centro dell’estate del prossimo anno offrendo una varietà ricchissima di concerti. Non ancora sicuri ma molto probabili, sul palco milanese saliranno Luciano Ligabue che nei giorni scorsi ha già annunciato il