Varese, il consigliere Tommaso Piatti lascia la carica

Il sindaco ha proposto di occuparsi degli “Affari esteri”

08 Gennaio 2019
Guarda anche: Comune di VaresePolitica

Il consigliere comunale Tommaso Piatti ha lasciato la carica amministrativa per motivi di lavoro. Di recente infatti il consigliere ha ottenuto un importante incarico professionale all’estero che lo terrà lontano dall’Italia per un certo periodo di tempo. Prende il posto di Piatti in Consiglio comunale Marisa Coletta. 

Da sempre fedelissimo di Galimberti, Piatti era stato eletto a giugno del 2016 nella lista del sindaco e successivamente nominato capogruppo. “Con la presente intendo comunicarvi le mie dimissioni dalla carica di Consigliere Comunale – si legge nel testo inviato dal consigliere al Presidente del Consiglio Comunale – nuove importanti sfide professionali mi vedono trascorrere sempre più tempo non solo lontano dalla nostra amata città ma fuori dall’Italia. Dopo attenta valutazione ho accettato con positività ed entusiasmo un nuovo incarico lavorativo che prevede il mio trasferimento temporaneo in Svezia”. 

Nel testo mandato al Presidente del Consiglio Comunale si legge inoltre che: “Nonostante l’entusiasmo della nuova avventura professionale, con grande dispiacere mi trovo a dover pertanto rinunciare al mio incarico di Consigliere Comunale. Un incarico che ho ricoperto per metà del mandato amministrativo al meglio delle mie possibilità, volto unicamente a dare un contributo positivo ai lavori di questo Consiglio Comunale”.

La vera novità di queste dimissioni sono però relative al percorso che Tommaso Piatti vuole intraprendere. Nessun nuovo incarico politico, per ora, ma continuare a lavorare per il bene della città di Varese anche da lontano, cercando di cogliere i lati migliori della società scandinava dove vivrà per qualche anno (Stoccolma), per poi riportarle come suggerimenti all’amministrazione varesina.  “Ci sono notevoli elementi positivi – insiste Piatti – che semplicemente basta studiare. Ad esempio relativamente al welfare ad alla digitalizzazione dei sistemi ci sono parecchi spunti da poter cogliere e l’innovazione dei paesi nordici è certamente un esempio positivo da poter copiare”.

L’idea è di essere fisicamente in Svezia ma disponibile ad “apprendere buone pratiche” per trasferirne il modello adattandolo al sistema Varese. Tommaso Piatti è pronto e disponibile a presentare nei prossimi mesi un “decalogo di buone idee” per valorizzare al massimo il mandato amministrativo, in linea con il programma elettorale. Piatti resta quindi, seppur da lontano, molto vicino alla maggioranza, alla Giunta ed al Sindaco, e come conclude nel suo  messaggio: “Con la piena consapevolezza che le decisioni assunte sin ora dalla dal Consiglio, dalla Giunta e dal Sindaco vanno nella direzione giusta”.

Non è quindi un addio ma un deciso arrivederci, per continuare a lavorare per il bene di Varese con nuove idee e buone pratiche già sperimentate da altri Paesi, spesso portate come esempi positivi. 

“Ringrazio il consigliere Tommaso Piatti per l’impegno e la passione dimostrati in questi due anni e mezzo – ha detto il Sindaco Davide Galimberti – Gli faccio le mie congratulazioni per il nuovo incarico professionale e lo ringrazio per la serietà dimostrata anche in questa circostanza. Sono sicuro che anche da lontano, grazie all’amore che lo lega alla nostra città e che lo aveva spinto a candidarsi ed essere eletto, saprà dare il suo valido contributo per la crescita di Varese”.

“Lavorare a fianco di Tommaso è stata una piacevole e stimolante esperienza – afferma il consigliere comunale e capogruppo del Pd in Consiglio, Luca Conte -. Sono certo che anche da lontano possa continuare a contribuire allo sviluppo della nostra città con la serietà e l’impegno che ha dimostrato in questi anni. Gli auguro un sentito in bocca al lupo per le nuove sfide professionali che lo portano lontano ma con un occhio sempre attento alla sua e alla nostra Varese”.

Tag:

Leggi anche:

  • I paesaggi di Varese protagonisti in tv su Sky Arte

    Piccoli e grandi gioielli religiosi costellano il Varesotto, territorio in cui la congiunzione di acqua, terra e cielo ha creato una forma spontanea di paesaggio sacrale. Da una scalinata rivolta verso i poetici scorci del Lago Maggiore si scende all’Eremo di S. Caterina del Sasso, luogo di
  • Italia-Brasile di calcio femminile, Varese tifa Valentina Bergamaschi

    C’è grande attesa per la terza e ultima partita del girone dell’Italia Femminile ai Mondiali di calcio in corso di svolgimento in Francia. Stasera alle ore 21 (diretta tv su Rai Uno) le azzurre scenderanno in campo contro il Brasile, una delle squadre più forti e temibili del mondo.
  • Mostra Renato Guttuso, boom di ingressi

    Duemilaseicentottantatré, un numero per descrivere il primo mese di Renato Guttuso a Varese. Tanti sono stati i biglietti staccati a Villa Mirabello dallo scorso 18 maggio, giorno del vernissage alla mostra, fino a domenica scorsa. Ingressi a cui vanno aggiunti quelli di oggi, primo mesiversario,
  • Piano asfaltature, partiti i lavori: “Da più di dieci anni non si interveniva in maniera così decisa”

    Trenta strade e quattordici quartieri coinvolti; oltre 70mila metri quadrati di nuovo asfalto, come undici campi da calcio o quattro volte la piazza del Duomo di Milano. Sono questi i numeri del piano straordinario di asfaltature che si sta realizzando a Varese: un programma di interventi dal