Varese: i profili degli assessori e i subentrati in Consiglio Comunale

Quattro new entry tra i consiglieri al posto dei membri della Giunta

04 luglio 2016
Guarda anche: PoliticaVarese Città
comune varese palazzo estense

Il dado è tratto: Davide Galimberti ha scelto i componenti della prima Giunta di centrosinistra da settant’anni a questa parte, che si appresta a guidare Varese per il prossimo quinquennio.

L’avvocato quarantenne, membro del Partito democratico, sceglie come suo vice Daniele Zanzi, imprenditore agronomo che proprio oggi compie 63 anni: fondatore e leader del movimento civico Varese 2.0, nelle cui fila è stato di gran lunga il più votato, la sua nomina lascia spazio in Consiglio Comunale a Valerio Crugnola, professore liceale in pensione.

Dino De Simone ha condiviso con Zanzi, Galimberti e l’onorevole Daniele Marantelli la sfida alle primarie di dicembre: intorno a lui si è formato Progetto Concittadino, parte essenziale della coalizione, e l’ex presidente di Legambiente Varese – in passato già consigliere comunale con i DS – diventa dunque il nuovo assessore ad ambiente, benessere e sport. Al suo posto, in Consiglio Comunale entra il professor Enzo Rosario Laforgia, docente di storia.

Tre membri della Giunta provengono dal Pd: Andrea Civati, avvocato di trent’anni, avrà la responsabilità di pianificazione territoriale e opere pubbliche. Reduce da un mandato come consigliere comunale d’opposizione in cui si è occupato proprio di urbanistica, è stato capolista per il Pd nell’ultima tornata risultando tra i più votati.
Rossella Di Maggio, anch’essa eletta in Consiglio nelle fila democratiche e segretaria di uno dei quattro circoli cittadini del Pd, è invece il nuovo assessore ai servizi educativi: queste due nomine permettono al giovane Alessandro Pepe e a Giuseppe Pullara di sbarcare in Consiglio Comunale.
Roberto Molinari, nuovo responsabile dei servizi sociali, è stato per cinque anni segretario cittadino dei Democratici e consigliere comunale sino al 2011: a giugno non era tra i candidati, sebbene sia stato tra i principali sostenitori della candidatura di Davide Galimberti.

La nomina di Francesca Strazzi, imprenditrice di 36 anni e “miss preferenza” della Lista Galimberti, all’assessorato alla partecipazione e politiche giovanili, permette a Gaetano Iannini di subentrarle in Consiglio Comunale.

In attesa della designazione del responsabile delle attività produttive, i restanti due assessori sono invece esterni e dunque le rispettive nomine non portano a nuove sostituzioni per il Consiglio. Roberto Cecchi, assessore alla cultura, ha un profilo di carattere nazionale, avendo diretto per diversi anni il Ministero della Cultura di cui è stato anche sottosegretario all’epoca del governo Monti: attualmente è consigliere del Fai, nonché uno dei principali artefici del restauro del Colosseo da parte della famiglia Della Valle.
Infine, Cristina Buzzetti, titolare delle risorse e dunque del bilancio, è una commercialista di 49 anni piuttosto conosciuta in città.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Lunedì 28 agosto il raduno della Pallanuoto BPM Sport Management

    È in programma per lunedì 28 agosto il raduno ufficiale della Pallanuoto BPM Sport Management che, alle ore 10.30, si ritroverà alle Piscine Manara di Busto Arsizio per il primo allenamento stagionale (aperto ai media e al pubblico) agli ordini di mister Marco Baldineti. In questa prima fase di
  • Pallanuoto BPM Sport Management padrona di casa nel gruppo B

    Sono stati sorteggiati oggi a Novi Sad, in Serbia, i due gironi che andranno a comporre il primo turno dell’Euro Cup 2017/2018, manifestazione che vedrà impegnata anche la BPM Sport Management. Sarà proprio la formazione bustocca a ospitare dal 29 settembre all’1 ottobre, alle Piscine
  • La nazionale italiana di deltaplano vince il suo nono titolo mondiale e quinto consecutivo

    Il nuovo campione del mondo è Petr Benes, pilota della Repubblica Ceca che raccoglie il testimone dal nostro Alessandro Ploner e solo nel corso dell’ultima giornata. Infatti, Ploner ha quasi ininterrottamente tenuto la testa della graduatoria nei nove giorni di gara e il divario tra i due
  • Torna la Coppa del Mondo di Sci d’erba a Santa Caterina Valfurva

    L’adrenalina torna a salire a Santa Caterina Valfurva che, dopo le vincenti competizioni internazionali di sci alpino e sci nordico, si dimostra, ancora una volta, unica nello scenario sciistico mondiale, in estate e non solo in inverno. Infatti, dopo il grande successo della scorsa estate,