Varese: ecco la giunta Galimberti. Zanzi vicesindaco

Andrea Civati al superassessorato urbanistica-lavori pubblici. Ancora da definire il responsabile delle attività produttive

04 luglio 2016
Guarda anche: PoliticaVarese
galimberti

Cinque uomini, tre donne, un punto interrogativo da sciogliere nei prossimi giorni: una forte componente civica, interna ed esterna alla coalizione, ma anche tre ruoli-chiave assegnati ad esponenti di spicco del Partito democratico. Questo è lo schema della giunta Galimberti, presentata oggi pomeriggio a Palazzo Estense, quindici giorni dopo la vittoria elettorale al ballottaggio e dunque solamente con poche ore di ritardo sulla tabella di marcia.

Il primo cittadino mantiene, come ampiamente preannunciato, le deleghe a sicurezza, legalità ed efficienza.

Vicesindaco con delega all’attuazione del programma e alla Polizia Locale è Daniele Zanzi, leader del Movimento Civico Varese 2.0; a Dino De Simone, fondatore del Progetto Concittadino, vanno invece le responsabilità di ambiente, benessere e sport.

Tre esponenti del Partito democratico entrano in Giunta: il capolista Andrea Civati diventa assessore alla pianificazione territoriale, programmazione e realizzazione delle opere pubbliche; l’ex segretario cittadino Roberto Molinari, tra i registi della candidatura di Galimberti, ai servizi sociali; la maestra Rossella Di Maggio è invece il nuovo assessore ai servizi educativi. In quota Lista Davide Galimberti il nome del nuovo assessore alle politiche giovanili e alla partecipazione, ovvero Francesca Strazzi.

Esterni alla coalizione di centrosinistra, invece, i restanti nomi: su tutti spicca quello di Roberto Cecchi alla cultura, già sottosegretario di Stato ai Beni Culturali (Ministero di cui è stato direttore generale) nonché consigliere d’amministrazione del Fondo Ambiente Italiano: a Varese, in passato, si è occupato del restauro del chiostro di Sant’Antonino, in corso Matteotti. Completa la squadra il nuovo assessore alle risorse Cristina Buzzetti: resta ancora sguarnita, a causa dell’indisponibilità della persona designata, la delega ad attività produttive e semplificazione, al momento mantenuta dal primo cittadino.

Esclusa eccellente Luisa Oprandi, candidata sindaca cinque anni fa nonché record di preferenze (781) nell’ultima tornata elettorale, che su Facebook commenta: “Sono stata eletta per fare la consigliera comunale e quello farò, perché fare politica significa stare con dignità ai ruoli assegnati”.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto: la BPM Sport Management espugna il Foro Italico

    Arriva la terza vittoria in sette giorni. La BPM Sport Management ha iniziato il nuovo anno veramente alla grande. A farne le spese questa volta è la SS Lazio Nuoto che, alla Piscina del Foro Italico, è uscita sconfitta per 9-17 (1-7, 3-1, 3-6, 2-3). Ottime le prestazioni di Mirarchi e Luongo,
  • Pallanuoto: la BPM Sport Management a Roma contro l’insidia Lazio

    Dopo le fatiche di Coppa torna il Campionato. Messo in cassaforte il risultato del match di andata (12-10 / ritorno in programma sabato 18 febbraio), domani la BPM Sport Management sarà a Roma dove, alla Piscina del Foro Italico, sfiderà la SS Lazio Nuoto per la 12ª giornata del Campionato di
  • Un campione olimpico a Varese: Jury Chechi

    Il sindaco di Varese Davide Galimberti, il vicesindaco Daniele Zanzi e il presidente del Consiglio comunale hanno incontrato questa mattina a Palazzo Estense il campione olimpico Jury Chechi. Il famoso ginnasta sta trascorrendo qualche giorno a Varese, città in cui da atleta si è allenato per
  • Euro Cup, semifinale: alla BPM Sport Management il primo round contro l’Oradea

    Grande spettacolo in vasca alle Piscine Manara. Nell’andata della semifinale di Euro Cup, la BPM Sport Management batte 12-10 (3-4, 3-4, 2-1, 4-1) il CSM Digi Oradea, rimontando nel quarto tempo lo svantaggio maturato nella prima parte di gara . Nell’altro match lo Jadran Carine Herceg Novi