Varese: ecco la giunta Galimberti. Zanzi vicesindaco

Andrea Civati al superassessorato urbanistica-lavori pubblici. Ancora da definire il responsabile delle attività produttive

04 luglio 2016
Guarda anche: PoliticaVarese
galimberti

Cinque uomini, tre donne, un punto interrogativo da sciogliere nei prossimi giorni: una forte componente civica, interna ed esterna alla coalizione, ma anche tre ruoli-chiave assegnati ad esponenti di spicco del Partito democratico. Questo è lo schema della giunta Galimberti, presentata oggi pomeriggio a Palazzo Estense, quindici giorni dopo la vittoria elettorale al ballottaggio e dunque solamente con poche ore di ritardo sulla tabella di marcia.

Il primo cittadino mantiene, come ampiamente preannunciato, le deleghe a sicurezza, legalità ed efficienza.

Vicesindaco con delega all’attuazione del programma e alla Polizia Locale è Daniele Zanzi, leader del Movimento Civico Varese 2.0; a Dino De Simone, fondatore del Progetto Concittadino, vanno invece le responsabilità di ambiente, benessere e sport.

Tre esponenti del Partito democratico entrano in Giunta: il capolista Andrea Civati diventa assessore alla pianificazione territoriale, programmazione e realizzazione delle opere pubbliche; l’ex segretario cittadino Roberto Molinari, tra i registi della candidatura di Galimberti, ai servizi sociali; la maestra Rossella Di Maggio è invece il nuovo assessore ai servizi educativi. In quota Lista Davide Galimberti il nome del nuovo assessore alle politiche giovanili e alla partecipazione, ovvero Francesca Strazzi.

Esterni alla coalizione di centrosinistra, invece, i restanti nomi: su tutti spicca quello di Roberto Cecchi alla cultura, già sottosegretario di Stato ai Beni Culturali (Ministero di cui è stato direttore generale) nonché consigliere d’amministrazione del Fondo Ambiente Italiano: a Varese, in passato, si è occupato del restauro del chiostro di Sant’Antonino, in corso Matteotti. Completa la squadra il nuovo assessore alle risorse Cristina Buzzetti: resta ancora sguarnita, a causa dell’indisponibilità della persona designata, la delega ad attività produttive e semplificazione, al momento mantenuta dal primo cittadino.

Esclusa eccellente Luisa Oprandi, candidata sindaca cinque anni fa nonché record di preferenze (781) nell’ultima tornata elettorale, che su Facebook commenta: “Sono stata eletta per fare la consigliera comunale e quello farò, perché fare politica significa stare con dignità ai ruoli assegnati”.

 

Tag:

Leggi anche:

  • La BPM Sport Management riparte dal Campionato

    Dimenticare l’Euro Cup e testa solo al Campionato. Questo è l’obiettivo della BPM Sport Management che, dopo essere stata eliminata in semifinale di coppa dal Digi Oradea, domani nella Piscina del Foro Italico, affronterà la Roma Vis Nova nel turno infrasettimanale valido per la 16ª di
  • Sport varesino: i risultati di calcio, volley, basket

    Altro giro, altra corsa: anche questo weekend molte delle squadre varesine sono scese in campo nei propri campionati, vediamo come è andata. CALCIO – Nonostante le note vicende societarie, in campo il Varese non ha intenzione di fare sconti e oggi, nelle delicata trasferta a Pinerolo, è
  • Euro Cup: fatali i rigori per la BPM Sport Management

    Trasferta amara in Romania per la BPM Sport Management. Il sette di coach Baldineti perde 9-6 (0-1, 2-0, 0-2, 3-0 – Rigori 4-3) contro i padroni di casa del CSM Digi Oradea ed esce dall’Euro Cup. La lotteria dei rigori, dunque, è stata decisiva per determinare la seconda finalista, che
  • Volley – La UYBA non concede il bis e cade a Cremona

    Dopo la vittoria di sabato sera contro la Foppapedretti Bergamo, liquidata in soli tre set al termine di una prestazione ottima da parte di tutte le farfalle, la UYBA non fa il bis al PalaRadi di Cremona dove, nel turno infrasettimanale, esce sconfitta per 3-1 (25-23, 25-16, 16-25,