Varese, frutta e verdura avariata e conservata male. La Polizia Locale sequestra 165 cassette

Un'azione di controllo degli agenti del Comando di via Sempione, su tre esercizi commerciali, ha portato alla scoperta degli alimenti sia ammalorati che esposti in maniera scorretta. A carico dei titolari, di origine egiziana e marocchina, verrà comunicata la notizia di reato alla Procura della Repubblica. La pena prevista della legge è fino a un anno di arresto e 30.000 euro di multa

11 marzo 2015
Guarda anche: AperturaVarese Città
Cibo 1

Nella giornata di ieri due pattuglie e due ufficiali del reparto polizia commerciale della Polizia locale di Varese sono stati impegnati in attività di controllo dirette a negozi di vendita di frutta e verdura. I controlli sono finalizzati alla tutela del consumatore e, in particolare, alla verifica dello stato di conservazione dei prodotti offerti alla vendita, per gli evidenti riflessi sulla salute dei cittadini. Nella mattinata di ieri in tutti e tre gli esercizi controllati è stata riscontrata la presenza di frutta e verdura in cattivo stato di conservazione, con il conseguente sequestro di 165 cassette di frutta e verdura, che saranno avviate alla distruzione

Secondo la giurisprudenza più recente, si considera in cattivo stato di conservazione non solo la merce ammalorata ma anche quella posta in vendita direttamente sulla strada, per la contiguità con gas di scarico e altri agenti inquinanti. A carico dei titolari dei negozi, di origine egiziana e marocchina, verrà inoltrata comunicazione di notizia di reato alla Procura della Repubblica: la pena prevista dalle legge è fino ad un anno di arresto e 30.000 euro di ammenda. In un negozio sono state riscontrate anche violazioni amministrative, per mancanza di indicazione dei prezzi e dell’etichettatura di indicazione di provenienza della merce, irrogando sanzioni per oltre 4.000 euro.

Cibo 2

I controlli proseguiranno anche sugli altri esercizi di vendita di ortofrutta e generi alimentari.

L’assessore alla polizia locale, Carlo Piatti, richiama “l’attenzione dell’amministrazione comunale, attraverso il braccio operativo della polizia locale, sul corretto esercizio delle attività commerciali, soprattutto, con riferimento alla tutela della qualità, trasparenza su prezzi e provenienza delle merci e loro conservazione”.

“L’attenzione al tema dell’alimentazione e del cibo, anche in vista di Expo, deve partire anche da azioni come questa” conclude Piatti.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto Banco BPM Sport Management di nuovo in vasca

    Tornerà in vasca sabato 16 dicembre, alle ore 15.45 la pallanuoto banco BPM Sport Management che, dopo aver centrato la qualificazione alle semifinali di Len Euro Cup grazie al successo contro la Stella Rossa Belgrado, sarà impegnata nella sfida esterna contro il Posillipo, nel match della
  • La Pallanuoto Banco BPM Sport Management pesca il CN Marsiglia

    Dall’urna del sorteggio delle semifinali di Len Euro Cup la Pallanuoto Banco BPM Sport Management pesca il CN Marsiglia guidata dal tecnico genovese Paolo Malara. Sarà sfida italo-francese nelle semifinali di Len Euro Cup per la Pallanuoto Banco BPM Sport Management, con la formazione guidata da
  • A Varese torna BABBO NATALE RUN 2017 – Limited Edition

    Torna la Babbo Natale Run 2017, organizzata da Rotaract Varese Verbano e Comune di Varese, nella giornata di domenica 17 dicembre. La corsa podistica NON competitiva più natalizia di Varese, pensata ed organizzata per famiglie, giovani e per chiunque abbia voglia di divertirsi nel periodo di
  • La Pallanuoto Banco BPM Sport Management domani in vasca

    Scenderà in vasca domani alle ore 19.30 alle piscine Manara di Busto Arsizio (VA) la Pallanuoto Banco BPM Sport Management impegnata nella gara di ritorno dei quarti di finale di Len Euro Cup contro la Stella Rossa Belgrado. All’andata in Serbia era stata la formazione guidata da mister Marco