Varese: ecco i prossimi appuntamenti del coro Sine Nomine

Sabato a Reggio Emilia, il 17 ottobre ritorno nella Città Giardino in Sala Montanari

08 ottobre 2015
Guarda anche: Culture e SpettacoloVarese
coro sine nomine

Pubblichiamo di seguito il programma e i partecipanti ai prossimi eventi del coro Sine Nomine.

TRA BAROCCO E CLASSICISMO (cattedrale di Reggio Emilia, sabato 9 ottobre) Musiche di D.Zipoli, T.Albinoni, W.A.Mozart

CORO SINE NOMINE CITTÀ DI VARESE
ENSEMBLE “IL DILETTO MODERNO”
DIRETTORE GIUSEPPE REGGIORI

Cecilia Zanzi e Stefania Gandola (soprani)
Miryam Pinotti e Vanda Vanotti (contralti)
Lorenzo Radice (tenore)
Pierluigi Petrali (basso)

Laura Cavazzuti primo violino
Stefania Gerra secondo violino
Antonio Papetti violoncello
Nicola “Octo” Moneta violone
Emma Bolamperti Clavicembalo

Il coro SINE NOMINE propone opere del barocco italiano di rara esecuzione:

«Misa San Ignacio» per soli, coro, archi e continuo composta da Domenico Zipoli

«Magnificat» di Tomaso Albinoni (attribuzione)

«Laudate Dominum» KV339 e «Alma Dei Creatoris» KV277 di W.A.Mozart

Il direttore si dice soddisfatto del risultato: Albinoni e Mozart han reso molto bene lo spirito barocco ed anche l’esordio totale di Zipoli si è rivelato interessante.
_____________________

“NON DIMENTICAR”: in coro per screening pediatrico prevenzione ambliopia

sabato 17 ottobre 2015 ore 21 (ingresso a offerta libera per realizzazione Screening pediatrico prevenzione ambliopia)
Sala Montanari – Via dei Bersaglieri, 1 – Varese

NON DIMENTICAR
la canzonetta italiana e la tradizione basca

Coro da Camera Sine Nomine Città di Varese
direttore Giuseppe Reggiori

Il calendario concertistico del Coro da Camera Sine Nomine Città di Varese prosegue le sue collaborazioni proponendo il prossimo sabato 17 ottobre un concerto con finalità benefiche.

La serata riecheggerà di ritmi d’oltre oceano ed indimenticabili swing della canzonetta italiana dagli anni ‘20 agli anni ‘60, oltre a contemporanee composizioni basche.

Al ritmo swing, giunto dall’ America in Europa attraverso le navi che attraversarono l’oceano durante la seconda guerra mondiale, è dedicato il repertorio: due furono in particolare i pionieri di questo “nuovo genere” musicale in Italia, Rabagliati, ma soprattutto il grande Natalino Otto a cui la formazione varesina dedica l’esecuzione degli arrangiamenti del direttore Giuseppe Reggiori: successi della canzonetta italiana risuoneranno nelle originali versioni corali di indimenticabili melodie come Ma l’amore no e Bellezza in bicicletta.

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare