Varese: da venerdì la mostra di Francesco Murano a Villa Mirabello

I dipinti varesini dell'artista disponibili sino al 23 ottobre

21 settembre 2016
Guarda anche: Culture e SpettacoloVarese
Villamirabello

Villamirabello

Torna la grande stagione delle mostre varesine ai Musei Civici di Villa Mirabello. Si comincia il 23 settembre con la mostra “Strade di Varese nella pittura di Francesco Murano” che sarà aperta al pubblico gratuitamente fino al 23 ottobre. La mostra è nata dalla collaborazione con la Società Storica Varesina.

Francesco Murano è nato a Cirò nel 1961 e vive a Varese. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano. In quel periodo Murano si dedica al ritratto, alla natura morta, alla copia dal vero. Attratto dalla sperimentazione si è confrontato con diverse tecniche espressive, fino ad approcciarsi ad una sua tecnica personale detta bruciatura. La sua vera passione è il figurativo, a volte iperrealista, come nella splendida sequela di montagne, che si proiettano nel cielo, spesso illuminate dai raggi del sole. Le opere in mostra fanno parte di un unica ricerca del pittore, tutta dedicata alle strade varesine, rese vive dalla persone e dalle automobili.

“Una città e le sue strade. La qualità artistica del pittore Francesco Murano ci conduce da una via all’altra e ci mostra nei suoi quadri la città come davvero la vediamo ora, passando tra i palazzi del centro e le case di periferia, di giorno o di notte, con le luci, con le ombre, con le insegne commerciali, con le automobili invadenti e i loro fanali accesi che si riflettono sull’asfalto”.

Sono questi i temi racchiusi nelle opere esposte nella mostra che sarà inaugurata venerdì 23 settembre alle ore 17.30 a Villa Mirabello e vedrà la partecipazione dell’artista Francesco Murano, del sindaco di Varese Davide Galimberti, di Giuseppe Armocida, presidente della Società Storica Varesina e di Serena Contini, coordinatore dei Musei Civici di Villa Mirabello che ha organizzato la mostra. All’inaugurazione il giornalista Max Lodi ci illustrerà alcuni personaggi a cui sono state dedicate le vie cittadine, sottolineando l’importanza che sottende alla toponomastica ed ai suoi rapporti con la storia.

Nella descrizione della mostra si legge inoltre:

“Forse proprio le automobili hanno trasformato l’immagine della città e Murano ce le mostra in movimento, rinnovando nella tela le sensazioni che proviamo nel percorrere le sempre trafficate vie cittadine. L’automobile è protagonista e ai pedoni tocca il ruolo di comparse marginali nelle strade dell’artista. Le luci del traffico si contrappongono alla luce quieta degli acquarelli, nei quali il pittore fa riposare il nostro sguardo, quando al centro della scena mette i monumenti, i palazzi e le chiese del nostro passato”.

Un appuntamento da non perdere dunque per una mostra che per un intero mese animerà i Musei Civici e che si preannuncia di particolare interesse per tutti i varesini che amano la propria città.

Durante il periodo espositivo verranno organizzati quattro incontri, tutti il venerdì alle 17.30, per approfondire la storia e l’evoluzione delle vie di transito cittadine e non.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti