Varese: al via il bando per nuove Gev. De Simone: “Una risorsa fondamentale”

Le Guardie Ecologiche Volontarie richieste dall'assessore all'ambiente e dal vicesindaco Zanzi

13 luglio 2016
Guarda anche: Varese Città
IMG-20160713-WA0000

E’ online il nuovo bando per candidarsi a diventare guardia ecologica volontaria per la città di Varese. La domanda è stata prorogata fino al 30 settembre.

 

“Le guardie ecologiche sono una risorsa molto importante per la città e il territorio. I volontari ricoprono ruoli che nei prossimi anni abbiamo intenzione di valorizzare al massimo perché nella nostra Città Giardino abbiamo bisogno di persone che dedichino il loro tempo alla valorizzazione e alla tutela del nostro ambiente. Dalla sinergia infatti tra amministrazione e volontariato potremo fare del bene alla nostra comunità e al nostro ambiente. In particolare uno dei ruoli su cui nei prossimi anni vogliamo dare molto risalto è quello dell’educazione ambientale e della valorizzazione dei nostri luoghi più belli. In questo le Guardie Ecologiche potranno dare un contributo fondamentale”. Ha dichiarato Dino De Simone, assessore all’Ambiente. Alla conferenza stampa di questa mattina erano presenti anche Daniele Zanzi, vicesindaco e alcune guardie ecologiche.

 

Ma i volontari delle Guardie ecologiche svolgono anche una funzione di presidio del territorio molto importante. Nella Varese che riparte infatti il contatto diretto e la collaborazione con i quartieri e i cittadini sarà un tassello fondamentale e anche su questo i volontari potranno svolgere un lavoro di primo controllo molto utile alla città. Pensiamo alle segnalazioni di micro discariche, al presidio nei parchi e al decoro urbano.

 

Il servizio volontario di guardia ecologica è istituito per favorire la formazione di una coscienza civica di rispetto e di interesse per la natura e il territorio, per la loro tutela e per una razionale gestione delle risorse ambientali, da attuarsi anche con le seguenti specifiche attività:

  • informazione sulla legislazione vigente in materia di tutela ambientale nonché sui criteri, mezzi e comportamenti atti a realizzarla;
  • vigilanza sui fattori, sulle componenti ambientali e sull’ambiente unitariamente considerato, al fine di prevenire, segnalare o accertare, a norma della legge regionale n° 90/1983, fatti e comportamenti sanzionati dalla normativa ambientale;
  • collaborazione con le autorità competenti per la raccolta di dati e informazioni relativi all’ambiente e per il monitoraggio ambientale;
  • collaborazione con le autorità competenti per le operazioni di pronto intervento e di soccorso in caso di emergenza o di disastri di carattere ecologico.

I requisiti per diventare Guardia Ecologica Volontaria sono quelli di essere maggiorenni e cittadini italiani o di uno stato dell’Unione Europea; l’assenza di condanne penali definitive e l’idoneità fisica all’impiego.

 

Per diventare G.E.V è necessario partecipare allo specifico corso gratuito di formazione organizzato dal Comune; superare, al termine del corso, l’esame finale davanti alla Commissione regionale; conseguire, superato l’esame, la nomina a Guardia particolare giurata da parte del Prefetto; ottenuta la nomina dal Prefetto, il Comune emette il decreto di incarico alla G.E.V. che dovrà prestare giuramento davanti al Sindaco del Comune di residenza.

 

Il link del corso per diventare GEV:

https://www.comune.varese.it/documents/10180/348505/Avviso+corso+aspiranti+GEV/a188f1b2-fdab-444f-830e-eac87fc4782b

 

Tag:

Leggi anche:

  • Writers “pentiti” ripuliscono il palaghiaccio

    La Procura di Varese li ha puniti per il loro gesto, affidando a loro un progetto educativo formidabile: i giovani che avevano imbrattato i muri esterni del Palaghiaccio di Varese sono stati obbligati a ripurlo completamente fino a togliere ogni traccia del loro vandalismo. “La lotta al
  • Ban the bomb: Varese aderisce ad “Italia ripensaci”

    Venerdì 16 marzo, alle 21, nel Salone Estense, l’appuntamento è con una serie di esperti sul tema: Marco Tamborini del Forum della Pace Angelo Baracca, professore di Fisica all’Università di Firenze Mario Agostinelli, ricercatore chimico-fisico per l’Enea presso il CCR di
  • #10×9=Varese Martedì 20 febbraio con Dino De Simone

    Martedì 20 febbraio, alle 20.45, in Sala Matrimoni al primo piano di Palazzo Estense, i Concittadini presentano l’ottavo incontro del ciclo “10×9=Varese”. Questa volta il “bersaglio” delle dieci domande pensate insieme ai varesini sarà Dino De Simone,
  • Presentate questa mattina le novità e i risparmi per la tariffa sui rifiuti

    Una riduzione media del 6% sulla Tari per le utenze non domestiche e dell’1% per quelle domestiche. Per la bolletta sui rifiuti di attività produttive e commerciali quindi, se si aggiunge il 3% di riduzione già introdotto, parliamo di una diminuzione media di quasi il 10%. Sono queste le