Un’area vasta prealpina Varese-Como-Lecco. Galimberti apre il capoluogo alla Lombardia

Il candidato sindaco del centrosinistra ha raccolto le esperienze dei primi cittadini lombaddi e messo a punto una serie di progetti

30 marzo 2016
Guarda anche: PoliticaVarese
FB_IMG_1459370665564

Varese deve uscire dall’isolamento. E puntare allo sviluppo facendo rete anche con le altre città.

Questo per Davide Galimberti non è solo un progetto, ma un fatto concreto, perché l’ha messo in pratica mercoledì sera riunendo quasi tutti i sindaci lombardi a Varese, per raccogliere le loro esperienze.

A partire dai sindaci di Como e di Lecco, territori prossimi a Varese, con i quali si può parlare di area vasta e fare sistema, per poter competere con la Città Metropolitana di Milano ad “armi pari”.

Questa l’idea di Mario Lucini, sindaco comasco: “Avere un’area vasta che si connoti nell’area pedemontana prealpina dà una prospettiva importante per relazionarci con la città metropolitana”.

E Virginio Brivio, sindaco di Lecco: “Il trasporto ferroviario è da riprendere, dobbiamo puntare ad una pedemontana ferroviaria. E dobbiamo costituire comunità di lavoro per progetti specifici tra i nostri territori. Da presidente di Provincia avevo fatto parte della Regio Insubrica, interessante nonostante molti limiti”.

Tag:

Leggi anche: