Un capoluogo sopra i centomila abitanti. Arriva la proposta per una “Grande Varese”

Il 7 luglio in consiglio comunale verrà messo ai voti il progetto di Movimento Libero di promuovere la fusione tra Varese e comuni limitrofi

26 Giugno 2014
Guarda anche: AperturaVarese Città
Varesepanorama

Un capoluogo più grande. Che possa competere con la città metropolitana di Milano.

L’idea di una “Grande Varese” è un progetto che verrà sottoposto il 7 luglio ai consiglieri comunali. E se approvato spingerà la giunta a dare il via all’iter per chiedere ai comuni limitrofi di accorparsi in un’unica realtà amministrativa.

La mozione è stata presentata da Alessio Nicoletti, consigliere di Movimento Libero.

“Il 7 luglio si parlerà della “Grande Varese” – spiega Nicoletti – auspichiamo che in questi giorni si possa aprire un confronto pubblico sulla nostra proposta. Crediamo in una “Grande Varese”, ossia nella fusione con Varese di alcuni Comuni viciniori, come Arcisate, Azzate, Brinzio, Buguggiate, Cantello, Casciago, Gazzada Schianno, Induno Olona, Lozza, Luvinate, Malnate, Valganna, Vedano Olona, ed altri. È evidente che una proposta di questo tipo debba passare dalla piena condivisione dei Comuni e delle popolazioni interessate”.

Nicoletti si appella all’art. 133 della Costituzione Italiana, che recita: “La Regione, sentite le popolazioni interessate, può con sue leggi istituire nel proprio territorio nuovi Comuni e modificare le loro circoscrizioni e denominazioni”.

Una “Grande Varese” avrebbe anche “il giusto peso istituzionale tra la città metropolitana milanese e la vicina confederazione svizzera. L’approvazione della nostra mozione sarebbe il primo importante passo verso la costruzione di questo progetto”. Un progetto interessante quindi. Anche se non mancano difficoltà a mettere tutti i soggetti attorno ad un tavolo.

Tag:

Leggi anche:

  • Foibe ed esodo giuliano dalmata: storia e memoria del 10 febbraio

    Anche quest’anno è stato pubblicato il Bando di concorso regionale per gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado della Lombardia: “Il sacrificio degli italiani della Venezia Giulia e della Dalmazia: mantenere la memoria, rispettare la verità, impegnarsi per garantire i
  • Rinnovato il protocollo Interno-Federfarma per la sicurezza nelle farmacie

    Rinnovato per 3 anni il protocollo d’intesa tra ministero dell’Interno e Federazione nazionale unitaria titolari di farmacia (Federfarma), esteso ad A.S.So.Farm (Aziende e servizi socio-farmaceutici-farmacie comunali). Il protocollo, firmato dal ministro dell’Interno Luciana
  • Premiate le donne in prima linea durante Covid. Il grazie del governatore

    Sono 206, di cui 55 lombarde, le donne premiate lunedì 28 settembre da Fondazione Onda (Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere) in occasione della presentazione del IV Congresso Nazionale della Fondazione, per l’impegno in prima linea nella gestione dell’epidemia di
  • Ripartenza: Regione Lombardia stanzia 6 milioni di euro per l’enogastronomia

    La prima misura riguarda il sostegno al sistema produttivo caseario, ma anche i cittadini in difficoltà economica, mentre la seconda iniziativa mira a sostenere il sistema produttivo vinicolo di qualità e gli operatori della ristorazione. “Io mangio lombardo” è una misura straordinaria dal