Truffa Ikea su Whatsapp: il finto buono sconto

Una nuova truffa sta circolando da alcune ore sui telefoni cellulari di tutta Italia. Se vi promettono un buono sconto Ikea non aprite il link!

24 Gennaio 2018
Guarda anche: Attualità

E’ l’ennesima truffa quella che da alcune ore sta girando per tutti i telefoni d’Italia attraverso uno dei servizi di messaggistica pi usati, ovvero WhatsApp. Il messaggio che arriva dai propri contatti riguarda la nota azienda di mobili Ikea; il messaggio che viene inoltrato di contatto in contatto è il seguente“Pensavo che era la solita fregatura e invece l’ho appena preso” contenendo anche il seguente link “ikea.com-premium.pro”.

Una bufala il cui link non è da aprire!

Ikea ha smentito il lancio di presunti buoni da 500 euro, e considerando che il messaggio si presenta in un italiano non perfetto, è l’ennesima prova che si tratta di una bufala.

Tag:

Leggi anche:

  • WhatsApp contro le fake news legate al Coronavirus

    Gli effetti del Covid-19 coinvolgono anche WhatsApp. Per contrastare la circolazione di fake news e disinformazione, infatti, l’applicazione di messaggistica introduce un nuovo limite alla condivisione di contenuti con altri utenti. I messaggi che sono stati inoltrati molte volte e che vengono
  • Italiani in casa, Pornhub è gratis

    Con la quarantena obbligata per tutti fino al 3 Aprile, molti servizi digitali stanno offrendo il loro contributo in maniera gratuita. Tra i nuovi arrivati troviamo anche il famoso sito Pornhub che ha deciso di offrire gratuitamente a tutta la popolazione italiana l’accesso al suo account premium
  • Truffe sul Coronavirus ai danni degli anziani

    La Croce Rossa Italiana ha segnalato su Facebook una truffa ai danni degli anziani in Lombardia legata ai timori sul coronavirus. Nel post si legge: “Ci viene segnalato che alcuni anziani hanno ricevuto strane telefonate del tipo: ‘Siamo della Croce Rossa, le veniamo a casa a fare
  • Restyling per il sito di ATS Insubria sempre più accessibile

    Le Pubbliche Amministrazioni sono sempre più presenti online e anche ATS Insubria ritiene che il sito sia uno strumento strategico di comunicazione rivolto a cittadini e utenti  che, a diverso titolo, lo utilizzano. “Uniformarci alle linee guida AGID rappresenta solo uno dei tanti