Terremoto, la Protezione Civile: “Al momento non servono cibo e vestiti”

La Provincia di Varese ha ricevuto la comunicazione dal Dipartimento nazionale

25 agosto 2016
Guarda anche: ItaliaVarese Città
terremoto1

Il Dipartimento nazionale di Protezione Civile ci ha comunicato che al momento nelle zone colpite dal terremoto non vi è necessità di generi alimentari o di indumenti e che il loro invio potrebbe creare problemi di carattere organizzativo.
Per questo motivo Provincia di Varese invita tutti i Comuni ad indirizzare le tante associazioni e i tanti privati, che in queste ore si sono messi generosamente a disposizione, verso iniziative di raccolta fondi da destinare alle popolazioni colpite dal sisma.
ANCI, Croce Rossa, Poste Italiane, Caritas hanno già attivato conti correnti per la raccolta in sicurezza delle donazioni. Per inviare fondi direttamente alla Protezione civile è invece attivo il numero 45500 grazie al quale si può donare attraverso l’invio di sms del costo di 2 euro.
Qualora sorgessero altre necessità nei prossimi giorni Provincia e Croce Rossa Italiana le comunicheranno tempestivamente.

Provincia di Varese è inoltre in costante contatto con Regione Lombardia per l’eventuale impiego dei gruppi comunali e locali di Protezione civile. Al momento vi confermiamo che non ci sono richieste in questo senso. Anche la colonna mobile regionale non è stata ancora chiamata ad intervenire. In questi delicati momenti è importante che nessuno intraprenda iniziative autonome e parta al di fuori delle disposizioni del sistema di Protezione civile.

Paolo Bertocchi – consigliere provinciale

Tag:

Leggi anche: