Sistemi di spionaggio venduti agli jihadisti? Il M5S Varese: “Sia fatta chiarezza sui rapporti tra l’azienda e la Regione Lombardia”

I Cinquestelle varesini chiedono chiarezza, dal momento che ''tra i soci proprietari di HackingTeam c'è una controllata diretta di Regione Lombardia''

04 novembre 2015
Guarda anche: Varese
Interrogazione

Il M5S Lombardia ha depositato un’interrogazione a risposta scritta sul caso di Hacking Team, azienda specializzata nello sviluppo e gestione di software-spia utilizzati da forze dell’ordine e agenzie di sicurezza interna ed esterna di molti Paesi, che nei giorni scorsi è stata vittima di un attacco informatico grazie al quale sono stati diffusi on-line documenti interni e codici sorgenti dei prodotti. Hacking Team ha il 26,03% del capitale detenuto dalla società di investimento Finlombarda Gestioni SGR, una società per azioni, il cui capitale sociale è detenuto al 100% da Finlombarda S.p.A., la società finanziaria di Regione Lombardia. 

Il M5S vuole fare chiarezza sui rapporti tra l’Azienda e Regione Lombardia, anche sulla base delle notizie di stampa che sono uscite in questi giorni sull’attività di Hacking Team, come ad esempio la vendita dei propri prodotti a Paesi come Azerbaijan, Egitto, Etiopia, Kazakistan ecc. e che i vertici di HT cercavano di avvantaggiarsi attraverso materiale sottratto da altri ai concorrenti e ne rendevano edotti i soci-investitori, tra cui appunto Finlombarda. Il M5S chiede in particolare a partire da quale anno Regione Lombardia tramite Finlombarda Gestioni SGR finanzi o abbia finanziato l’azienda Hacking Team; quanto ammonti l’investimento di Finlombarda Gestioni SGR in Hacking Team; quali pratiche etiche Finlombarda Gestioni SGR applica nell’erogazione di finanziamenti alle imprese; quali controlli abbia effettuato Regione Lombardia sull’azienda Hacking Team, e le conclusioni di tali controlli; se corrisponda al vero che Hacking Team abbia inviato comunicazione a Finlombarda Gestioni SGR dei dati violati ad altra società concorrente, se Regione Lombardia, tramite Finlombarda Gestioni SGR, sia entrata in possesso di questi dati e  come abbia agito una volta avuti; quali determinazioni intenda prendere Regione Lombardia alla luce dei fatti accaduti sulla partecipazione, tramite Finlombarda Gestioni SGR, alla società Hacking Team.

I consiglieri regionali del M5S spiegano: “Tra i file riservati violati, emergono fatture per la fornitura di sistemi informatici ai nostri servizi segreti e a quelli di alcuni regimi dittatoriali nel mondo, rapporti di cui  l’azienda era già stata accusata in passato. Sul rapporto tra un’istituzione pubblica come Regione Lombardia e Hacking Team va fatta totale chiarezza”.

IL M5S VARESE CHIEDE CHIAREZZA

“Per chi non lo sapesse, tra i soci proprietari di Hacking Team c’è una controllata diretta di Regione Lombardia, che nel 2007 ha direttamente investito 1,5 milioni di soldi pubblici in questa azienda mediante il Fondo Next di Finlombarda Sgr, e ora si scopre che i sistemi elettronici di spionaggio e intrusione informatica, che Hacking Team produceva, potrebbero esser stati venduti addirittura anche a JIHADISTI – scrivono gli attivisti del M5S Varese su Facebook – forse è il caso che i cittadini lombardi vengano informati anche su queste cose”.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

      La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti