Sistemi di spionaggio venduti agli jihadisti? Il M5S Varese: “Sia fatta chiarezza sui rapporti tra l’azienda e la Regione Lombardia”

I Cinquestelle varesini chiedono chiarezza, dal momento che ''tra i soci proprietari di HackingTeam c'è una controllata diretta di Regione Lombardia''

04 novembre 2015
Guarda anche: Varese
Interrogazione

Il M5S Lombardia ha depositato un’interrogazione a risposta scritta sul caso di Hacking Team, azienda specializzata nello sviluppo e gestione di software-spia utilizzati da forze dell’ordine e agenzie di sicurezza interna ed esterna di molti Paesi, che nei giorni scorsi è stata vittima di un attacco informatico grazie al quale sono stati diffusi on-line documenti interni e codici sorgenti dei prodotti. Hacking Team ha il 26,03% del capitale detenuto dalla società di investimento Finlombarda Gestioni SGR, una società per azioni, il cui capitale sociale è detenuto al 100% da Finlombarda S.p.A., la società finanziaria di Regione Lombardia. 

Il M5S vuole fare chiarezza sui rapporti tra l’Azienda e Regione Lombardia, anche sulla base delle notizie di stampa che sono uscite in questi giorni sull’attività di Hacking Team, come ad esempio la vendita dei propri prodotti a Paesi come Azerbaijan, Egitto, Etiopia, Kazakistan ecc. e che i vertici di HT cercavano di avvantaggiarsi attraverso materiale sottratto da altri ai concorrenti e ne rendevano edotti i soci-investitori, tra cui appunto Finlombarda. Il M5S chiede in particolare a partire da quale anno Regione Lombardia tramite Finlombarda Gestioni SGR finanzi o abbia finanziato l’azienda Hacking Team; quanto ammonti l’investimento di Finlombarda Gestioni SGR in Hacking Team; quali pratiche etiche Finlombarda Gestioni SGR applica nell’erogazione di finanziamenti alle imprese; quali controlli abbia effettuato Regione Lombardia sull’azienda Hacking Team, e le conclusioni di tali controlli; se corrisponda al vero che Hacking Team abbia inviato comunicazione a Finlombarda Gestioni SGR dei dati violati ad altra società concorrente, se Regione Lombardia, tramite Finlombarda Gestioni SGR, sia entrata in possesso di questi dati e  come abbia agito una volta avuti; quali determinazioni intenda prendere Regione Lombardia alla luce dei fatti accaduti sulla partecipazione, tramite Finlombarda Gestioni SGR, alla società Hacking Team.

I consiglieri regionali del M5S spiegano: “Tra i file riservati violati, emergono fatture per la fornitura di sistemi informatici ai nostri servizi segreti e a quelli di alcuni regimi dittatoriali nel mondo, rapporti di cui  l’azienda era già stata accusata in passato. Sul rapporto tra un’istituzione pubblica come Regione Lombardia e Hacking Team va fatta totale chiarezza”.

IL M5S VARESE CHIEDE CHIAREZZA

“Per chi non lo sapesse, tra i soci proprietari di Hacking Team c’è una controllata diretta di Regione Lombardia, che nel 2007 ha direttamente investito 1,5 milioni di soldi pubblici in questa azienda mediante il Fondo Next di Finlombarda Sgr, e ora si scopre che i sistemi elettronici di spionaggio e intrusione informatica, che Hacking Team produceva, potrebbero esser stati venduti addirittura anche a JIHADISTI – scrivono gli attivisti del M5S Varese su Facebook – forse è il caso che i cittadini lombardi vengano informati anche su queste cose”.

Tag:

Leggi anche:

  • La BPM Sport Management riparte dal Campionato

    Dimenticare l’Euro Cup e testa solo al Campionato. Questo è l’obiettivo della BPM Sport Management che, dopo essere stata eliminata in semifinale di coppa dal Digi Oradea, domani nella Piscina del Foro Italico, affronterà la Roma Vis Nova nel turno infrasettimanale valido per la 16ª di
  • Sport varesino: i risultati di calcio, volley, basket

    Altro giro, altra corsa: anche questo weekend molte delle squadre varesine sono scese in campo nei propri campionati, vediamo come è andata. CALCIO – Nonostante le note vicende societarie, in campo il Varese non ha intenzione di fare sconti e oggi, nelle delicata trasferta a Pinerolo, è
  • Euro Cup: fatali i rigori per la BPM Sport Management

    Trasferta amara in Romania per la BPM Sport Management. Il sette di coach Baldineti perde 9-6 (0-1, 2-0, 0-2, 3-0 – Rigori 4-3) contro i padroni di casa del CSM Digi Oradea ed esce dall’Euro Cup. La lotteria dei rigori, dunque, è stata decisiva per determinare la seconda finalista, che
  • Volley – La UYBA non concede il bis e cade a Cremona

    Dopo la vittoria di sabato sera contro la Foppapedretti Bergamo, liquidata in soli tre set al termine di una prestazione ottima da parte di tutte le farfalle, la UYBA non fa il bis al PalaRadi di Cremona dove, nel turno infrasettimanale, esce sconfitta per 3-1 (25-23, 25-16, 16-25,