“Scacco matto al Pirelli”, Consiglio e Garante per l’Infanzia promuovono il celebre gioco come importante strumento educativo

L’occasione è stata data dalla celebrazione al Belvedere Jannacci della giornata mondiale degli scacchi istituita per la prima volta dall’Unesco

21 luglio 2017
Guarda anche: Italia

Il Consiglio regionale e il Garante regionale per l’infanzia celebrano a Palazzo Pirelli la Giornata mondiale degli scacchi, istituita per la prima volta dall’Unesco. Oltre 20000 tesserati in Italia (di cui 5000 nelle scuole), gli scacchi fanno ruotare in Lombardia 52 circoli, 2516 atleti, 141 istruttori.

Il Garante regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza, Massimo Pagani, ha colto l’occasione per promuovere un evento al Belvedere Jannacci e sostenere in questo modo la funzione educativa del gioco. Nel 2020, tra l’altro, la Federazione scacchistica italiana, nata a Varese e oggi con sede a Milano, celebrerà i 100 anni di fondazione.

L’evento ha visto la partecipazione del Presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo, del presidente nazionale della Federazione scacchistica Gianpietro Pagnoncelli, del presidente del Comitato regionale lombardo, Pietro Barrera, e del componente della Giunta del Coni Lombardia, Federigo Ferrari Castellani, rappresentante delle 19 Discipline sportive associate (Dsa).

Tanti i bambini presenti che hanno potuto giocare tra loro e sfidare alcuni maestri professionisti. Tra loro Giulia Sala, 10 anni, iscritta alla Scuola Scacchi di Cormano-Milano, residente a Monza, campionessa provinciale, regionale e italiana under 10, prossima alla competizione europea a Mamaia, in Romania.

Partecipo con piacere a questa bella iniziativa – ha detto il Presidente Cattaneo – perché è importante mettere in rilievo il valore educativo di questa disciplina in un’epoca in cui i ragazzi tendono ad appiattirsi solo sulle tecnologie avanzate. Gli scacchi sono un formidabile strumento di crescita e relazione, e anche io, da dilettante, ho imparato l’importanza di valutare ogni mossa e le sue conseguenze. Per me è stato un insegnamento che mi ha accompagnato in tutta la vita. L’intelligenza è sapersi immergere nella profondità delle cose”.

Il Garante non vuole occuparsi solo delle criticità e dei problemi – ha detto Massimo Pagani – Oggi siamo qui ancora una volta per promuovere la cultura del bello e la passione per quelle discipline che aiutano a crescere in maniera migliore. Dopo aver portato l’arte nei quartieri di Milano e nei Comuni dell’Hinterland, ho voluto fortemente celebrare questa giornata mondiale dell’Unesco perché sono convinto che queste discipline aiutino i bambini e i ragazzi ad avvicinarsi con serietà e capacità di riflessione alle sfide della vita”.

Il Presidente Pagnoncelli ha rimarcato l’ottimo stato di salute della Federazione scacchistica italiana che ha portato 1600 giovani ai campionati di Montesilvano, oltre 900 a Chianciano, registra 14600 atleti in Italia e circa 5000 tesserati nelle scuole.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Fontana: “Razza bianca? E’ stato un lapsus”

    Aveva parlato di “razza bianca” poche ore fa davanti ai microfoni di Radio Padania, ma in seguito al polverone sollevato Attilio Fontana chiarisce che le sue affermazioni sono state solo frutto di un lapsus. “È stato un lapsus, un errore espressivo, intendevo dire che dobbiamo riorganizzare
  • Minori stranieri non assistiti, i tutor volontari sono 400

    A fronte di una stima provvisoria di almeno 1000 minori non assistiti presenti in Lombardia, al momento sono 400 i cittadini che si sono proposti come tutor volontari, figura resa obbligatoria per legge dalla normativa nazionale. I dati sono stati forniti oggi dal Garante regionale per i
  • Varese4U sarà a World Tourism Event di Siena

    Varese4U sarà a World Tourism Event di Siena. Il progetto nato per promuovere i quattro beni patrimonio dell’umanità presenti in provincia di Varese, parteciperà con un proprio stand al salone dedicato ai beni Unesco nel mondo. Oltre 40 le realtà coinvolte per questo evento in programma dal
  • Borsellino, al Pirellone la cerimonia di commemorazione per ricordare la strage di via D’Amelio

    “Quella strage è stato il punto più alto  della potenza  della mafia contro lo Stato ma ha rappresentato anche un punto di svolta,  l’inizio di una presa di coscienza nazionale che ha portato poi alla sconfitta della piovra. Sta alle nostre coscienze oggi, e a tutti noi, portare avanti i