Riforme, Cattaneo: “Facciamo come negli Usa”

Il presidente del Consiglio Regionale è in visita a Chicago

09 agosto 2016
Guarda anche: Lombardia
cattaneo

 

“L’Italia, nel momento in cui sta costruendo un nuovo rapporto tra centro e periferia, dovrebbe guardare al ‘modello Usa’ per far funzionare davvero le riforme istituzionali”.

A suggerirlo è il presidente del consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo, che nelle vesti di presidente della Conferenza delle assemblee legislative europee è in missione negli Stati Uniti, dove ha partecipato al summit delle assemblee legislative Usa, in corso a Chicago, e incontrato a Washington i vertici delle agenzie che vigilano sull’attività del Congresso americano.

“Se vogliamo che le riforme costituzionali una volta approvate col referendum funzionino – spiega Cattaneo parlando con l’ANSA – dobbiamo pensare a modalità nuove. Se vogliamo che il Senato in Italia non diventi un dopolavoro per i consiglieri regionali dobbiamo usare metodologie e prassi nuove. Serve un cambio di mentalità”.

Cattaneo fa l’esempio di come negli Stati Uniti funziona il processo di valutazione delle politiche, un tema che riguarda molto da vicino il nuovo Senato che opererà in Italia: “Da noi – spiega – tale valutazione si basa sulle procedure, è quello che si va a vedere. Negli Usa invece e’ il contrario, si prendono in considerazione gli effetti delle performance, quello che conta sono solo i risultati, se vengono raggiunti o meno”. E’ questo, per il presidente del consiglio regionale della Lombardia, il cambio di mentalità che deve avvenire anche in Italia.

“Qui il modello è fatto di agenzie indipendenti che hanno un forte grado di autonomia – spiega ancora – che operano dentro le istituzioni ma restano al riparo dalle influenze e pressioni politiche”. L’auspicio è che anche l’Italia prenda in considerazione la possibilità di muoversi in questa direzione.

Negli Usa come in Italia, poi, si ragiona molto su come ricostruire la fiducia tra cittadini e istituzioni: “E’ un tema di cui abbiamo parlato molto in questi giorni” afferma Cattaneo, “bisogna ripartire dai temi che riguardano di più la gente e la vita quotidiana, per ricostruire un rapporto che si è andato logorando nel tempo”.

Tag:

Leggi anche:

  • Lombardia su ACCAM “Nessun pregiudizio su chiusura, ma occorre ascoltare tutte le parti”

    L’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Claudia Maria Terzi, assieme a Raffaele Cattaneo, hanno ricevuto, su loro richiesta, i comitati Ecologico inceneritore ambiente Borsano, Rifiuti zero Busto Arsizio, Ecoistituto del Ticino per ascoltare il loro punto di vista
  • Trenord, quando a viaggiare sono i consiglieri

    Non bastano i presidi e le continue polemiche sollevate ogni giorno dai pendolarli che affidano ore e ore di viaggio al servizio Trenord per recarsi al lavoro; le polemiche vengono quasi sempre ignorate dalla società, ma se a lamentarsi sono i “vip” politici sembra tutta un’altra storia. La
  • Pedemontana dice NO al pedaggio gratis

    La nuova decisione va contro le ultime dichiarazioni dell’ex governatore della Lombardia Roberto Maroni, che in passato aveva promesso la totale gratuità della strada e con lui successivamente si era aggiunto anche Attilio Fontana, ora a capo della regione Lombardia, che aveva promesso questo
  • Famiglia, Cattaneo firma il manifesto di Difendiamo i nostri figli

    “Ringrazio il comitato Difendiamo i Nostri Figli, perché mi ha dato la possibilità di sottoscrivere il loro manifesto in cui si sostengono i diritti della famiglia, della vita e della libertà di educazione dei genitori. Un manifesto che non ho voluto firmare perché condivido la necessità