“Renzi ci porterà ad una deriva autoritaria. Una nuova dittatura come quella di Mussolini”

Il deputato Cinquestelle Cosimo Petraroli sarà oggetto di provvedimenti disciplinari per comportamenti ''illeciti'' e ''non consoni''. La colpa? ''Ho gridato 'onestà, onestà' e difeso i cittadini da modifiche autoritarie della Costituzione''

30 aprile 2015
Guarda anche: Italia
Renzinuovo

“L’orgoglio e l’onore di aver difeso ancora una volta i cittadini e la Costituzione. Oggi pomeriggio (giovedì 30 aprile, ndr) dovrei presentami innanzi al “tribunale straordinario” indetto dall’ufficio di presidenza della Camera”.

Cosimo Petraroli, deputato varesino del Movimento 5 Stelle, è stato convocato per la terza volta in due anni per comportamenti “illeciti”, comportamenti “non consoni” al prestigio istituzionale e formale della camera.

Nella lettera di convocazione si legge: “con riferimento agli episodi accaduti nella seduta dell’assemblea dell’11 febbraio 2015 e proseguita nei giorni 12 e 13 febbraio”.

Con tutta sincerità oltre ad aver urlato con i miei fratelli “onestà e onestà” non ricordo di aver detto o fatto nulla di particolare. In quei giorni si discuteva la riforma della costituzione italiana, non una legge ordinaria, non una semplice mozione, ma la Costituzione della Repubblica Italiana, la legge principe, la legge fondante dello Stato. Il parlamento di cui faccio parte, eletto con una legge elettorale dichiarata fuorilegge dalla consulta e dallo stesso Mattarella, non ha né il diritto né la dignità di sfiorare anche solo con il pensiero la carta scritta dai padri costituenti. Quella stessa legge che definisco eterna, giusta per qualsiasi epoca storica, al contrario delle continue menzogne mediatiche, di chi la definisce obsoleta e
anacronistica.

Questa gente vuole cambiare la costituzione, questa gente ha deciso che l’organo più prestigioso della repubblica, il senato, non sarà più elettivo ma composto da consiglieri regionali e sindaci nominati dagli stessi consigli regionali. Nomine che
saranno imposte dai partiti che a loro volta inseriranno i propri uomini chiave, indagati e condannati, così da preservarne l’immunità. Ma la vergogna delle vergogne, l’elemento più significativo della deriva autoritaria, il vero ritorno al passato, il passato più buio che l’Italia abbia vissuto con il fascismo. Il Governo potrà imporre per legge i tempi contingentanti, la GHIGLIOTTINA, e il Governo potrà chiedere alla Camera, che un disegno di legge (indicato come essenziale per l’attuazione del programma di governo) sia iscritto come priorità. Tale DDL DOVRA’ ESSERE POSTO IN VOTAZIONE ENTRO 60 GIORNI. Se decorsi i 60 giorni non si è provveduto alla votazione, il governo potrà chiederne il voto articolo per articolo così come l’ha proposto e se i tempi non vengono rispettati (magari volontariamente dalla maggioranza) al 60esimo giorno si vota così com’è il provvedimento. Questo sistema potrà instaurare una vera e propria dittatura governativa, un abuso del potere concentrato in poche mani, che, voglio ricordare, con la stessa arroganza un certo Mussolini modificò l’architettura istituzionale inserendo la camera dei fasci e delle corporazioni“.

Tag:

Leggi anche:

  • A cavallo tra le rocce lunari, e su astronavi fai da te

    Quante ne sono state dette sulla terra e sulla luna, sabato 18 ottobre a Busto Arsizio se ne vedranno delle belle sull’argomento. Appuntamento dalle 10 alle 16 al maneggio La Bastide in via Samarate, 150. Si farà una gimkana a cavallo tra modelli di rocce lunari, si costruirà un’astronave
  • Conferimento Ufficiale del Titolo Comune Europeo dello Sport 2019 alla Città di Sesto Calende

    Un lunedì pieno di emozioni ed entusiasmo è stato lo scorso 30 ottobre presso la sala d’onore del CONI a Roma per Simone PINTORI (Consigliere Comunale Delegato allo Sport) Danila DE CANDIDO (Consigliere Comunale Delegato ai Bandi) Andrea SCANDOLA (Rappresentante della Pro Sesto) Daniele
  • Cinque mastini della Pallanuoto Banco BPM Sport Management convocati in Nazionale

    Saranno ben cinque gli atleti della Pallanuoto Banco BPM Sport Management che dal 29 ottobre all’1 novembre 2017 si ritroveranno al Centro Federale di Ostia per il raduno collegiale della Nazionale Italiana. Il Commissario Tecnico Alessandro Campagna radunerà gli azzurri per quattro giorni di
  • Definiti gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup

    Sorteggiati oggi gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup, con la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che ha conosciuto il nome della sua avversaria: la Stella Rossa Belgrado. La formazione guidata da mister Marco Baldineti dunque sfiderà la compagine serba (vincitrice