Regio Insubrica, Brianza: “Ripartire a pieno ritmo”

Presidenza dell'ente assegnata al ticinese Norman Gobbi

22 gennaio 2016
Guarda anche: LombardiaPolitica
brianza francesca

brianza francesca

“La Regio Insubrica può ripartire a pieno regime”. Lo sottolinea l’assessore al Post Expo e alla Città metropolitana di Regione Lombardia Francesca Brianza, nominata oggi come rappresentante politico, con specifica delega permanente, per conto del presidente Roberto Maroni.

PRESIDENZA DELL’UFFICIO AL CANTON TICINO – Si è tenuta oggi a Mezzana, nel Canton Ticino, presso la sede della Regio Insubrica, la riunione dell’Ufficio di Presidenza. Tanti i temi affrontati all’ordine del giorno, che si è aperto con l’insediamento del nuovo Ufficio di Presidenza previsto dalla Dichiarazione d’Intesa – la Presidenza è stata assegnata ad interim, fino a giugno, al presidente del Consiglio di Stato del Canton Ticino Norman Gobbi – e con la designazione dei rappresentanti politici e tecnici regionali per garantire la continuità dei lavori della Regio Insubrica.
SOGGETTO FONDAMENTALE PER LA COLLABORAZIONE – “La Regio – spiega l’assessore Brianza – rappresenta un soggetto di fondamentale importanza per il mantenimento e la gestione dei rapporti tra la Regione e la Confederazione svizzera, fungendo da collettore su temi di primaria importanza”. “Quale, a esempio – esplicita -, quello inerente le problematiche dei frontalieri, oggi più che mai sentito alla luce dei nuovi accordi fiscali, siglati tra i Governi italiano e svizzero, che entreranno in vigore a partire dal 2018, e quello relativo alla garanzia dei fondi destinati ai comuni di frontiera”.
REGIONI IN CAMPO AL POSTO DELLE PROVINCE – “La Regio Insubrica – sottolinea l’assessore -, alla quale hanno aderito responsabilmente Regione Lombardia e Regione Piemonte, dal momento in cui le Province, incenerite dalla riforma Delrio, non sono più riuscite a far fronte agli impegni sino ad ora assunti, riparte con rinnovato slancio e porta sul tavolo del dibattito importanti tematiche, che vanno dal riesame degli accordi bilaterali, alla navigazione dei laghi, alle annose questioni inerenti le infrastrutture e la mobilità transfrontaliera”.
CASSA DI RISONANZA PER TERRITORI DI CONFINE – “Questo importante soggetto – conclude l’assessore Brianza – fungerà da antenna di ricognizione e da cassa di risonanza delle istanze e problematiche che riguardano i territori di confine e garantirà uno stretta connessione tra la Regione, i territori di confine e la Confederazione svizzera”.
TEMI CRUCIALI PER ENTRAMBE LE PARTI – A margine dell’incontro è intervenuto sul tema anche il consigliere della Regione Lombardia e presidente della Commissione speciale Rapporti Lombardia-Confederazione Svizzera Antonello Formenti: “L’incontro è stato interessante e sancisce la ripartenza dei lavori della Regio Insubrica. I temi all’ordine del giorno sono di fondamentale importanza per i nostri territori”. “Ho riscontrato – ha concluso Formenti – una grande motivazione da parte di tutti e le prospettive per il futuro sono buone

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti