Reddito di cittadinanza comunale a Varese. Il Movimento 5 Stelle sfida la Lega. VIDEO

Il deputato grillino Cosimo Petraroli lancia la proposta insieme al candidato sindaco Alberto Steidl. In vista delle elezioni 2016 Varese sarà fondamentale per i grillini

25 giugno 2015
Guarda anche: Varese
IMG_9983

“Se prendiamo Varese, prendiamo la Lombardia”. I Cinquestelle preparano la battaglia per le elezioni comunali del 2016. 

Dove saranno presenti, oltre che nel capoluogo, a Gallarate e Busto Arsizio. E il deputato Cosimo Petraroli lancia la sfida a chi governa il territorio da oltre vent’anni.

Dopo il passaggio della capogruppo alla Camera Francesca Businarolo, sabato scorso, per il convegno sul Whistleblowing che si è tenuto a Villa Recalcati, il canale Youtube ufficiale del gruppo parlamentare ha lanciato la battaglia per il Reddito di cittadinanza comunale a Varese. Una proposta avanzata nel programma elettorale dal candidato sindaco Steidl, dal deputato Petraroli e dall’attuale portavoce dei Cinquestelle di Varese Francesco Cammarata.

“Il Reddito di cittadinanza è il sistema previdenziale che tutti i Paesi d’Europa hanno – spiega Petraroli – ad esclusione dell’Italia e della Grecia. Grazie alle menzogne della Lega Nord i cittadini lombardi credono che questo sia un sussidio a vita per tutte le persone che non hanno voglia di lavorare. Soprattutto privo delle dovute coperture finanziarie. In realtà è esattamente l’opposto. Non solo perché non è un sussidio a vita, ma perché le dovute coperture finanziarie ci sono e sono state certificate dalla Ragioneria di Stato”.
Di fatto oggi le forme di garanzia sociale arrivano solo attraverso la cassa integrazione, cui può accedere solo chi ha avuto un contratto di lavoro. Chi invece non l’ha mai avuto, è escluso. “È un reddito garantito minimo di dignità – continua Petraroli – che si aggiunge ad un piano di inclusione sociale e lavorativa per i cittadini.
Durante il periodo in cui si riceve questo sussidio, il beneficiario deve dedicare alcune ore della giornata a lavori socialmente utili per il proprio Comune”. E nel momento in cui troverà un lavoro, verrà a decadere il sussidio.
“Ciò comporterà un onere per le finanze comunali varesine certamente rilevante, ossia pari a circa 12 milioni di euro, ma è fattibile” spiega Steidl.

Tag:

Leggi anche:

  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo
  • Pallanuoto, 24ª giornata: la BPM Sport Management nella tana del Torino ‘81

    Torna il campionato di Serie A1. Ad un mese dalle Final Six di Torino, la BPM Sport Management domani sarà proprio nel capoluogo piemontese per sfidare il sette di coach Aversa. Una sfida in cui i Mastini sono i favoriti sulla carta, ma che non dovranno assolutamente sottovalutare in quanto il
  • Volley – La UYBA non passa a Cremona e dice addio ai sogni scudetto

    A 24 ore dalla vittoria per 3-0 (26-24, 25-22, 25-20) nella gara-2 dei quarti di finale di playoff scudetto, la UYBA perde 3-0 (25-22, 27-25, 25-19) la decisiva gara-3 sul taraflex del PalaRadi di Cremona contro le padrone di casa della Pomì Casalmaggiore. Saranno quindi le rosa di coach