Provincia di Varese: al via il corso per l’abilitazione ai censimenti e alla caccia degli ungulati

Villa Recalcati ospiterà l'evento formativo per i cacciatori dal prossimo 22 marzo

04 marzo 2016
Guarda anche: Varese
IMG_5067

Si terrà a Villa Recalcati e inizierà il prossimo 22 marzo il Corso di formazione per l’abilitazione ai censimenti e alla caccia di selezione degli ungulati. L’iniziativa, promossa da Federcaccia in collaborazione con Provincia di Varese è stata presentata questa mattina in conferenza stampa. Oltre al vicepresidente della Provincia di Varese Giorgio Ginelli, erano presenti Dario Carcano, presidente di Federcaccia Varese; Davide Bettinelli, vicepresidente di Federcaccia Varese; Giuseppe Speroni, segretario di Federcaccia Varese; Luca Maffioli, presidente Atc 1; Silvio Tomasini, presidente Atc 2 e Lino Passalacqua, presidente del Canv.

«La caccia di selezione  ungulati – ha spiegato il Vicepresidente della Provincia Ginelli – è un’attività venatoria che richiede un bagaglio di conoscenze notevoli ed è per questo motivo che vengono organizzate questo tipo di iniziative. La figura del cacciatore nella caccia di selezione rappresenta un elemento tecnico molto importante per quella che è la gestione ambientale e faunistica. Il cacciatore, infatti, deve avere un profondo fondamento etico: rispetto del regolamento, rispetto degli animali e rispetto del numero di selezione. La caccia di selezione è poi una caccia individuale e per poterla effettuare in modo corretto occorre una conoscenza del territorio e dei comportamenti dell’animale. Nozioni queste che verranno trattate nel corso di formazione».

Il corso prevede 48 ore di teoria, 9 ore di esercitazioni in aula e 14 ore di esercitazioni pratiche sul territorio e può essere utile anche per i cacciatori già abilitati per alcune specie di ungulati, a completare e integrare la formazione rispetto alle altre.

«La caccia di selezione ha regole ben precise – hanno spiegato i rappresentanti dei cacciatori presenti – il capo abbattuto viene portato nei punti di controllo per tutte le verifiche del caso. E proprio dai piani di abbattimento si studia lo stato della popolazione degli ungulati. La caccia di selezione è fondamentale e strategica per gestire una presenza importante di questi animali. Inoltre è un tipo di caccia conservativa».

Il Presidente di Federcaccia Carcano ha ricordato che «nel articolo 1 del Regolamento della caccia di selezione, elaborato da Guido Tosi, si definisce molto bene i fini di questa attività che ha come obiettivo quello di mantenere il giusto equilibrio tra la popolazione degli ungulati, l’ambiente e il territorio in cui sono presenti».

 

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti