Protesta per il minuto di silenzio, botta e risposta tra Lega e Marantelli

Salvini e Fontana durissimi verso le ragazze e la preside, Marantelli chiede di unire la comunità

18 novembre 2015
Guarda anche: Varese
daverio

daverio

La vicenda delle ragazze che si sono rifiutate, alla scuola Daverio-Casula di Varese, di prendere parte al minuto di raccoglimento per le vittime di Parigi fa discutere a livello nazionale, sebbene nel pomeriggio alcune precisazioni sui fatti abbiano senz’altro contribuito a contestualizzare meglio quanto avvenuto.

Questa mattina, alla diffusione della notizia, Matteo Salvini l’ha immediatamente ripresa sul proprio profilo Facebook affermando quanto segue: “Sei studentesse marocchine a Varese boicottano il minuto di silenzio per le vittime del massacro di Parigi. È questa l'”integrazione”? Io le ESPELLEREI tutte!”

Sulla vicenda anche il sindaco Attilio Fontana ha fatto sentire la propria voce: “Un fatto gravissimo. Chi si è dissociato ha dimostrato di non essere contro al terrorismo. La preside, inoltre, sembra arrampicarsi sugli specchi nel tentativo di trovare una giustificazione”.

In serata, una volta chiariti meglio alcuni aspetti della vicenda (come il fatto che al gesto abbiano aderito ragazzi di fedi e nazionalità diverse), è intervenuto sul tema il parlamentare Daniele Marantelli, candidato alle primarie del centrosinistra: “Strumentalizzare in maniera sorprendentemente rozza la protesta di 6 quindicenni per racimolare qualche voto in più dà il senso di quanto la Lega di Salvini, più che un partito, sia un imprenditore della paura. Le parole del sindaco Fontana, persona perbene e solitamente moderata, contro la preside sono del tutto fuori luogo: gli insegnanti che quotidianamente sono in prima linea nella sfida dell’integrazione vanno aiutati e non insultati.
E’ il momento in cui dobbiamo tenere unita la nostra comunità di fronte alla tremenda minaccia del terrorismo. Fossi stato lì ieri mattina avrei preso con me i ragazzi e avrei spiegato loro i motivi di questo dolore che è universale, non ha cittadinanza e a cui tutti dobbiamo partecipare”.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti