“Primarie del Pd? Il trionfo dell’inciucio”. Petraroli (Movimento 5 Stelle) attacca i democratici di Varese

Botta e risposta tra Movimento 5 Stelle e Pd su primarie e selezione assessori. La campagna elettorale per l'anno prossimo si fa ''infuocata''. Ed è scontro aperto tra le forze che oggi stanno all'opposizione

13 luglio 2015
Guarda anche: Varese Città
Petraroli

La sfida tra il Movimento 5 Stelle e il Pd è aperta. Le due forze politiche hanno infatti metodi diversi per coinvolgere i cittadini nella vita politica e sono pronti a sfidarsi per vedere chi ha in mano lo strumento migliore. 

Dopo l’annuncio della selezione assessori del Movimento 5 Stelle, il segretario cittadino del Pd Luca Paris ha criticato i Cinquestelle ricordando che “noi faremo scegliere candidato sindaco ai cittadini”.

Il deputato grillino Cosimo Petraroli non tarda a rispondere.

“L’ipocrisia di chi non racconta la verità. L’ipocrisia del Partito Democratico, che dice di voler parlare ai lavoratori, agli ultimi, agli emarginati, senza essersi mai tagliati per esempio, per primi, un solo euro di stipendio, imponendo però a tutti gli italiani una svalutazione salariale insopportabile. Un partito che sta distruggendo il presente, e compromettendo il futuro.
Il partito di chi dice che i referendum sono strumenti populisti, e poi salta sul carro del popolo greco e del suo NO all’austerity senza alcuna vergogna, essendone invece i primi propugnatori” è il suo intervento in una forte escalation.

 

“Questo è il PD, il partito, incidentalmente, di Maria Chiara Gadda e Daniele Marantelli. Il partito della vergogna, il partito che si presenterà alle amministrative di Varese incredibilmente con buone possibilità di successo. Il PD non si limiterà alla scelta degli assessori come il movimento 5 stelle, dichiara il povero segretario cittadino Paris in evidente difficoltà. Il PD di Varese andrà oltre l’immaginario collettivo, dicono, e farà “scegliere direttamente il sindaco” ai cittadini”.

E quindi Petraroli cita le numerosi inchieste che a livello nazionale hanno coinvolto esponenti del Pd. “Insomma le primarie del Pd sono quasi sempre l’apoteosi dell’inciucio e dell’ipocrisia ai danni degli elettori Pd in buona fede, che però paiono soprassedere. 

La situazione dell’economia e dello stato sociale italiano di questo periodo la vediamo tutti, e il Pd ne è il primo responsabile”.

La risposta di Paris: “Stupisce che un movimento che punta molto sulla partecipazione attacchi in questo modo lo strumento delle primarie, che rappresenta un’assoluta novità politica per la partecipazione dei cittadini”.

Tag:

Leggi anche:

  • Confronto fra candidati del Pd a Besnate

    Si è tenuto ieri a Besnate, il confronto fra diversi candidati del Pd alle elezioni regionali. L’evento è stato aperto dalla segretaria del Pd di Besnate Daniela Osculati; presenti il capolista Samuele Astuti, che ha parlato di lavoro e trasporti; Margherita Silvestrini, intervenuta sul tema
  • Lombardia, Martina: “Gori può vincere. Fontana snobba i confronti per paura”

    “Io penso che Giorgio Gori possa vincere la sfida delle prossime elezioni regionali e diventare il nuovo presidente della Regione. La destra qui sta avendo un atteggiamento arrogante verso tutti i cittadini. Nascondono il più possibile il loro candidato, non hanno un programma condiviso e
  • Al Teatro Santuccio la presentazione dei candidati Pd

    Si é tenuta questa mattina al Teatro Santuccio la presentazione dei candidati del Partito Democratico per le elezioni politiche e regionali. Alessandro Alfieri, segretario regionale del Pd ha aperto la presentazione delineando i propositi del partito per il doppio impegno : consolidare la ripresa
  • I film del concorso li decidi tu: le primarie di Cortisonici 2018

    2018: tempo di elezioni e anche Cortisonici, il festival di cortometraggi che sarà a Varese dal 3 al 7 aprile, vuole coinvolgere il suo pubblico nella scelta di alcuni dei cortometraggi per il Concorso Internazionale che si terrà, come da tradizione, al cinema Nuovo nelle serate del 5, 6 e 7